Domenica, 13 Giugno 2021

Amianto negli elicotteri delle forze armate: è bufera sulla Difesa

La maxi inchiesta è coordinata dal celebre procuratore Raffaele Guariniello, e per ora gli indagati sono 55: l'articolo del Corriere

Nella foto (Infophoto) un elicottero dell'Esercito Italiano

Quella di Torino è un'inchiesta da seguire, perché la vicenda ha dell'incredibile. Si indaga sulla presenza di amianto negli elicotteri delle forze armate: dai vigili del fuoco all’Aeronautica militare, dai carabinieri alla forestale. La maxi inchiesta è coordinata dal celebre procuratore Raffaele Guariniello, e per ora gli indagati sono 55. Gli elicotteri sono stati costruiti da Agusta Westland e Piaggio Aerospace: tra gli indagati ci sono quindi sia alcuni manager delle due società sia funzionari pubblici e ufficiali delle varie forze armate che hanno seguito l'acquisto dei velivoli. L'accusa è quella disastro colposo, l'indagine è iniziata nel 2012 e da allora gli elicotteri sono stati bonificati. La notizia è "da prima pagina" per un motivo ben noto: c'è già un lungo elenco di militari deceduti colpiti da mesotelioma pleurico. Sempre l’amianto killer. E si vuole quindi indagare per fare piena luce. Il Corriere della Sera scrive però di una novità recente a proposito dell'inchiesta.

Il problema, e questo ultimo aspetto è stato scoperto dalla procura soltanto poche settimane fa, è che dagli ultimi controlli effettuati dall’aereonautica sui velivoli che erano già stati sostituiti e che quindi avrebbero dovuto essere ormai privi delle componenti in amianto, è emerso che anche gli elicotteri «bonificati» continuerebbero ad avere, in alcuni pezzi, la sostanza killer.  

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto negli elicotteri delle forze armate: è bufera sulla Difesa

Today è in caricamento