rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021

Malata e senza soldi per le cure: "Vi prego, voglio partorire la mia bambina"

La giovane, al quinto mese di gravidanza, è ricoverata per un tumore al cervello inoperabile. Intervenire con la radioterapia metterebbe a rischio la salute del feto: l'unica cura possibile è un sistema avanzato che costa 8500 euro

SALERNO - Ha un unico desiderio Angela, 26enne studentessa di Casalvelino: vedere sua figlia nascere. Anche se questo, per lei, dovesse significare morire. La giovane, infatti, è attualmente ricoverata nella clinica "La Madonnina" di Bari per un tumore al cervello. La diagnosi è tremenda: inoperabile, ma curabile solo con la radioterapia che metterebbe a rischio la sua gravidanza, giunta al quinto mese. 

Per questo Angela ha deciso. "Mia figlia deve nascere. Io vengo dopo di lei. Assolutamente" ripete quasi ossessivamente a chiunque le si avvicini. Al suo fianco, il marito Marco con il quale ha già decido di chiamare la piccola Francesca Pia, in devozione al Santo di Pietralcina. 

Una cura possibile per la 26enne, però, ci sarebbe: la Cyber Knife, un avanzato sistema di terapia che permetterebbe di bombardare con millimetrica precisione il tumore senza mettere in pericolo la salute del feto. La speranza, però, è bloccata da una firma che l'amministrazione regionale dovrebbe mettere per autorizzare la spesa per l'intervento, circa 8500 euro, e che al momento non arriva

Angela intanto continua a sperare e non ha dubbi: "Voglio partorire la mia bambina". 

Fonte: SalernoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malata e senza soldi per le cure: "Vi prego, voglio partorire la mia bambina"

Today è in caricamento