Domenica, 18 Aprile 2021

"Anpal sotto controllo M5s, Di Maio vuole un amico alla direzione": è scontro

Saltato l'accordo su Bocchieri, che era nome gradito anche al centrodestra, per la direzione. Secondo Linkiesta, Di Maio spinge per Falco, finora un semplice impiegato

La notizia sta passando quasi sottotraccia, ma la nomina è di quelle pesanti. Strategica, dal punto di vista del Movimento 5 stelle. L'Anpal, l’Agenzia nazionale per le politiche attive che dovrà occuparsi dei navigator e della seconda parte del reddito di cittadinanza, quella relativa alle offerte di lavoro vere e proprie, potrebbe a brevissimo passare "sotto il controllo" pentastellato. Dapprima la nomina di Mimmo Parisi alla presidenza. Ora pare essere saltato l'accordo che era stato raggiunto sul nome del direttore generale. Sembrava dovesse essere Gianni Bocchieri, direttore generale dell’assessorato Istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia, nome gradito anche al centrodestra. 

Ora invece, come racconta con dovizia di particolari Lidia Baratta su Linkiesta, è saltato tutto. E il vicepremier Luigi Di Maio spinge per il nome di Luigi Falco, finora semplice impiegato nell’ufficio comunicazione di Anpal, "ma amico ed ex portavoce di Luigi Di Maio e senza alcuna esperienza nelle materie di competenza dell’Anpal". E' stata una sorpresa, perché se è vero che il nome di Bocchieri era stato proposto dalla Lega, poi l'ok era arrivato da Buffagni uomo di fiducia di Luigi Di Maio. 

Ma è bastato qualche giorno ai Cinque Stelle per realizzare che avrebbero aperto le porte di Anpal a un dirigente che non sarebbe stato un semplice esecutore all’ombra del super presidente arrivato dalla Mississippi State University. Uno con anni di esperienza alle spalle, tra le agenzie per il lavoro, la formazione professionale, l’eccellenza della Dul lombarda e gli anni a capo della segreteria tecnica del ministero dell’Istruzione guidato da Maria Stella Gelmini. Uno con una visione precisa delle politiche attive, dice chi lo conosce, che non avrebbe avuto remore a esporre idee contrarie a quelle di Mimmo Parisi. 

Negli ultimi giorni di aprile - continua Linkiesta - per la direzione dell'Anpal è stata riaperta invece la trattativa, e il capo politico del M5s si è presentato in consiglio dei ministri con la nomina di Luigi Falco. Salvini non avrebbe particolarmente gradito. Stallo, non si è arrivati a un'intesa.

Quarantunenne Napoletano, giornalista e amico di Di Maio, Falco ha lavorato nello staff della comunicazione dell’attuale vicepremier grillino quando era ancora vicepresidente della Camera. Ma nel suo cv non si trova da nessuna parte quella “provata esperienza” che la norma richiede per sedere sulla poltrona di dg di Anpal.

Fonte: Linkiesta →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Anpal sotto controllo M5s, Di Maio vuole un amico alla direzione": è scontro

Today è in caricamento