Mercoledì, 3 Marzo 2021

Antonio Funiciello: chi è il capo di gabinetto di Draghi e quella volta che paragonò Appendino a Sara Tommasi

Ha lavorato con l'allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. E ha sbeffeggiato la sindaca M5s con un tweet sessista

Antonio Funiciello è il nuovo capo di gabinetto di Mario Draghi. Funiciello ha, tra l'altro, lavorato con l'allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Giuseppe Chieppa dovrebbe invece rimanere come segretario generale di Palazzo Chigi. Funiciello, 45 anni, torna a palazzo Chigi come capo di gabinetto del premier Mario Draghi dopo l'incarico di capo dello staff di Paolo Gentiloni tra il 2016 e il 2018. In precedenza, Funiciello ha avuto anche un incarico nel Pd come responsabile cultura e comunicazione dem nel 2013. Originario di Piedimonte Matese, comune di 10 mila abitanti nel Casertano, Funiciello è un giornalista pubblicista, scrittore ed esperto di comunicazione, con una laurea all'Università Federico II di Napoli in Filosofia. Ha pubblicato per Rizzoli 'Il metodo Machiavelli'.

A lui oggi il Fatto Quotidiano dedica un ritratto piuttosto irriverente a firma di Lorenzo Giarelli: prima è stato vicino a molti big del Pd – Enrico Morando, Giorgio Tonini, Walter Veltroni – e ha avuto una sbandata per “l’agenda Monti”; nel 2013 riesce a diventare “responsabile della Cultura ” del Pd con Guglielmo Epifani, poi si innamora di Matteo Renzi e decide di dedicarsi alla “svolta buona”:

Funiciello diventa uno dei tanti bracci armati del renzismo tanto che sui social sbeffeggia con fare sessista la sindaca M5S Chiara Appendino: “Appendino è bocconiana, come Sara Tommasi”. Poi lavora con Luca Lotti e dà il meglio durante l’infinita campagna elettorale per il referendum costituzionale del 2016, quando diventa presidente del Comitato Basta un Sì. 

Successivamente è diventato capo di gabinetto di Gentiloni, oscillando tra Palazzo Chigi e il consiglio d’amministrazione dell ’Inpgi, l’istituto pensionistico dei giornalisti, dove prima era stato nominato – in spregio alle coincidenze – proprio dalla Presidenza del Consiglio. Poi il cda della Fondazione Leonardo –Civiltà delle Macchine, presieduto dall’ex deputato dem Luciano Violante, lo ha nominato direttore della rivista della Fondazione. Ora il salto con Draghi.

Ci sarà un nuovo lockdown con Draghi? L'ipotesi zone rosse per la variante inglese

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Funiciello: chi è il capo di gabinetto di Draghi e quella volta che paragonò Appendino a Sara Tommasi

Today è in caricamento