Sabato, 16 Ottobre 2021

Attraversa con il rosso, motociclista la investe e muore: anziana accusata di omicidio stradale

Il caso a Genova. Per la donna, una 74enne, è stato chiesto il rinvio a giudizio

Una donna di 74 anni dovrà rispondere di omicidio stradale in relazione alla morte di un giovane motociclista di 30 anni, avvenuta all'inizio dell'anno scorso a Genova. Dalle ricostruzioni è emerso che il 19 gennaio la donna attraversò un incrocio mentre in quel momento il semaforo era rosso per i pedoni e dava invece via libera alle vetture. Il motociclista la colpì e poi sbatté contro una ringhiera di metallo a protezione di un marciapiede lì vicino, morendo praticamente sul colpo. La 74enne invece fu ricoverata per settimane in rianimazione. Ora per lei il procuratore Giovanni Arena ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio stradale.

Come spiega il Secolo XIX, sussistono però diversi dubbi sul funzionamento di quel semaforo e sulla velocità dello scooter e la Procura ha chiesto un'integrazione delle indagini, dopo che l'avvocato Paolo Soattini, che assiste la 74enne, ha depositato una perizia che mette in dubbio, fra le altre cose, la regolarità della ringhiera.

Le indagini subito dopo l'incidente erano state complicate, spiega il quotidiano ligure. Gli agenti della polizia locale avevano ricostruito la dinamica grazie ad alcuni testimoni e ai filmati delle telecamere di sorveglianza sulla zona.

La Procura aveva affidato una perizia tecnica sul semaforo, ipotizzando un malfunzionamento. E a un tratto erano stati iscritte nel registro degli indagati due funzionari del Comune. Le loro posizioni sono con ogni probabilità destinate all’archiviazione. E l’unica responsabile, per i pm, resta al momento l’anziana che stava attraversando la strada

Fonte: Il Secolo XIX →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attraversa con il rosso, motociclista la investe e muore: anziana accusata di omicidio stradale

Today è in caricamento