Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Il racconto del pensionato / Bergamo

L'anziano che legge il giornale in piazza multato di 400 euro

È successo nel primo giorno di lockdown a Treviglio, in provincia di Bergamo, scrive il Corriere della Sera

Foto da video Corriere della Sera

Il verbale elevato dalla polizia locale a un pensionato recita: "Il soggetto si attardava sulla panchina per leggere il giornale". È successo nel primo giorno di lockdown nella centralissima piazza Manara davanti al municipio a Treviglio, in provincia di Bergamo. L'uomo, un fotografo in pensione di 81 anni, ieri mattina si è fermato a leggere il giornale sulla panchina davanti alla basilica. Sono arrivati i vigili ed è scattata la sanzione.

Treviglio, pensionato si ferma a leggere il giornale in piazza: multa da 400 euro

"Abito in centro storico - racconta il signor Pino Colla al Corriere della Sera - e sono andato in piazza Manara, saranno trecento metri da casa. Dovevo comprare delle medicine ma c'era una lunga coda fuori dal punto vendita. Prima ero passato in edicola e così nell’attesa, ho 81 anni, mi sono seduto e ho sfogliato il quotidiano. I vigili non hanno voluto sentire ragioni e mi hanno multato".

(video embed Corriere della Sera)

Nel centro di Treviglio una pattuglia dei carabinieri si è fermata più volte intimando alle persone di non assembrarsi. I militari hanno avviato controlli anche sui bar automatici h24 dove si verificano assembramenti. Otto le contravvenzioni da 400 euro elevate dalla Polizia locale per violazione dei limiti posti dal Dcpm.

Spostamenti vietati e autocertificazione nell'area rossa

Nelle regioni dell'area rossa (Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta) è vietato ogni spostamento anche all'interno del proprio comune in qualsiasi orario salvo motivi di lavoro, studio, salute, necessità. L'autocertificazione è collegata ai divieti: potete scaricarla qui. I movimenti nelle zone rosse vanno autocertificati a qualsiasi ora del giorno. Il modulo per giustificare gli spostamenti è lo stesso già in uso dopo il dpcm del 24 ottobre scorso nelle regioni dove vigevano ordinanze più restrittive delle misure nazionali e quindi dove era stato già disposto il coprifuoco.

L'autocertificazione sarà richiesta in caso di controllo dalle forze di polizia per gli spostamenti dalle 22 alle 5 in tutta Italia e per gli spostamenti all'interno e tra zone rosse. Tra le motivazioni che consentiranno gli spostamenti ci sono le comprovate esigenze lavorative; i motivi di salute e altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio.

Le multe per chi non rispetta le regole del nuovo Dpcm

modulo autocertificazione spostamenti novembre 2020-3

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anziano che legge il giornale in piazza multato di 400 euro

Today è in caricamento