rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Arrestato l'imam che accusava di blasfemia la bimba pakistana cristiana

L'imam accusato di aver messo appositamente delle pagine del Corano in mezzo ai fogli bruciati per costruire delle false prove contro la bambina

Le speranze di ieri si stanno sempre più concretizzando verso un lieto fine: è notizia di oggi che la polizia pachistana ha arrestato l'imam che aveva denunciato per blasfemia Rimsha, la bambina cristiana accusata di aver bruciato fogli su cui erano scritti versi del Corano. Lo hanno riferito oggi responsabili pachistani, spiegando che l'imam aveva messo appositamente delle pagine del Corano in mezzo ai fogli bruciati per costruire delle false prove contro la bambina.


Rimsha, che è affetta da sindrome di Down e abita nel quartiere povero di Mehrabad, alla periferia di Islamabad, è in carcere da più di due settimane in base alle severe reggi anti-blasfemia vigenti in Pakistan. Lo scorso 16 agosto un suo vicino di casa si era recato dall'imam della moschea del quartiere e gli aveva detto di aver visto con i suoi occhi la bambina che bruciava diversi fogli, tra cui anche versetti del Corano in arabo. L'imam aveva quindi mobilitato i fedeli facendo pressioni sulla polizia affinché arrestasse la giovane cristiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato l'imam che accusava di blasfemia la bimba pakistana cristiana

Today è in caricamento