Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Le asportano lo stomaco per un tumore che non c'è

"Diagnosi completamente sbagliata" secondo la procura di Monza. Ora due medici sono finiti a processo per lesioni colpose gravissime

Una donna di 53 anni ha portato in giudizio due chirurghi dell'Irccs Multimedica di Sesto San Giovanni che nel 2016 le avevano asportato lo stomaco durante un intervento di gastrectomia che si era rilevato poi inutile: la diagnosi di tumore maligno che l'aveva portata sotto i ferri era infatti "totalmente sbagliata" almeno secondo gli inquirenti della Procura di Monza?

Come racconta il Corriere della Sera il pubblico ministero ha ha disposto la citazione diretta a giudizio per lesioni colpose gravissime dei due medici che il 17 settembre si presenteranno  davanti al giudice del tribunale di Monza Angela Colella.

Le è stato asportato lo stomaco «per errore», dopo una «diagnosi di tumore maligno» che si è rivelata «totalmente sbagliata». È accaduto nel 2016 ad una 53enne e per quell’operazione non necessaria, secondo la Procura di Monza, che le ha provocato una «malattia certamente o probabilmente insanabile», la perdita di un organo, sono finiti a processo 2 chirurghi dell’Irccs Multimedica di Sesto San Giovanni. La donna è parte civile, assistita dall’avvocato Francesco Cioppa.

Il pm di Monza, Alessandro Pepè, ha disposto la citazione diretta a giudizio per lesioni colpose gravissime di due medici, in qualità rispettivamente di «primo» e «secondo» chirurgo all’epoca, e la prossima udienza del processo in corso a Monza, davanti al giudice Angela Colella, è fissata per il 17 settembre. La Multimedica è stata citata nel dibattimento come responsabile civile dal legale della donna.

Francesco Cioppa, l'avvocato della donna vittima di un intervento poi risultato inutile, accusa i medici di "comportamento negligente ed imperito" nei confronti delle sorti della paziente.

Secondo l’imputazione, la 53enne, che dopo l’intervento di gastrectomia non riuscì più ad avere una vita normale diede il "consenso informato" a quell’asportazione per una "diagnosi di tumore maligno dello stomaco rivelatasi totalmente sbagliata e priva di qualsiasi riscontro".

L'accusa è quella di non aver approfondito le analisi con una biopsia dopo la esofago-gastro-duodenoscopia.

Fonte: Corriere.it →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le asportano lo stomaco per un tumore che non c'è

Today è in caricamento