Lunedì, 26 Luglio 2021

New York, attacco con machete nella casa del rabbino: cinque feriti

Una persona è entrata in casa di un rabbino a Monsey ed ha accoltellato con un machete cinque persone durante la settima giornata delle celebrazioni di Hannukah

Foto repertorio

Una persona è entrata in casa di un rabbino a Monsey, a circa 50 chilometri a nord di New York, ed ha accoltellato con un machete cinque persone durante la settima giornata delle celebrazioni di Hannukah. I feriti, di cui due sono in condizioni gravi, sono stati trasferiti negli ospedali. Sarebbero tutti ebrei chassidisti. Secondo alcuni media statunitensi il sospetto sarebbe stato arrestato dalla polizia di New York: era riuscito a scappare dall'abitazione nonostante i vari tentativi di fermarlo.

L'attacco sarebbe avvenuto intorno alle 22, ora locale. "Una delle vittime è stata pugnalata almeno sei volte", riferisce il Consiglio degli affari pubblici degli ebrei ortodossi sul proprio account Twitter. Il sospetto aggressore, che era fuggito in auto, sarebbe stato catturato ad Harlem, secondo quanto riferisce il 'New York Times' citando funzionari di polizia.

Attacco New York: "Atto spregevole e codardo"

"Sono inorridito", "si tratta di un atto spregevole e codardo", ha commentato su Twitter il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo. "Abbiamo tolleranza zero nei confronti dell'antisemitismo a New York e considereremo l'aggressore responsabile nella misura massima consentita dalla legge. New York sta con la comunità ebraica", ha scritto il governatore di New York. "L'antisemitismo e l'intolleranza sono ripugnanti e abbiamo assolutamente tolleranza zero per questi atti di odio", ha aggiunto Cuomo.

Fonte: New York Times →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

New York, attacco con machete nella casa del rabbino: cinque feriti

Today è in caricamento