rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Attentato di Bengasi: ordine ad agenti Cia di non intervenire

Fox News rivela particolari inediti sulla gestione della sicurezza nell'attentato di Bengasi contro il consolato americano

Le autorità americane avrebbero negato ad alcuni agenti della Cia il permesso di intervenire al consolato di Bengasi, in Libia, durante l'attacco dell'11 settembre in cui hanno perso la vita quattro funzionari statunitensi, tra cui l'ambasciatore Christopher Stevens. E' la dura accusa lanciata da Fox News, canale televisivo di stampo conservatore, all'amministrazione Obama.


Secondo le fonti di Fox News, un piccolo team di agenti della Cia, che si trovava in un edificio a circa un chilometro e mezzo dal consolato, avrebbe ricevuto due volte l'ordine di "ritirarsi" piuttosto che combattere, quando i primi colpi sono stati avvertiti intorno alle 9:40 di sera. Secondo la ricostruzione, Tyrone Woods - un ex Navy Seals - e almeno altri due agenti avrebbero ignorato l'ordine, arrivando al consolato quando l'edificio era già in fiamme. Dopo aver aiutato le persone ancora rinchiuse nel consolato - tra cui non c'era l'ambasciatore Stevens - sarebbero tornati alla base intorno a mezzanotte.

Fonte: Fox News →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato di Bengasi: ordine ad agenti Cia di non intervenire

Today è in caricamento