Sabato, 12 Giugno 2021
Israele

Attacco alla Spianata delle Moschee a Gerusalemme: ucciso attentatore che aveva sparato gli agenti

Lo riferisce la polizia israeliana. L’uomo aveva aperto il fuoco contro una posto di controllo a uno degli ingressi del complesso

Foto di repertorio Ansa

Un uomo che aveva aperto il fuoco contro un gruppo di agenti di stanza a uno degli ingressi della Spinata delle Moschee a Gerusalemme è stato ucciso dalle forze israeliane. Lo riporta la polizia. 

Lo scontro a fuoco è avvenuto nei pressi della porta di Bab Huta, che conduce al complesso. L’uomo avrebbe iniziato a sparare usando un fucile Carl-Gustav. A quel punto gli agenti israeliani lo hanno inseguito e gli hanno sparato.

Nuove tensioni negli utimi giorni

Il quotidiano israeliano Haaretz riporta un crescendo di tensioni dopo il ritrovamento nella notte di domenica del corpo di una donna israeliana, Esther Horgen, rivenuto tra i boschi nel nord della Cisgiordania. A dare l’allarme erano stati i familiari di Horgen, quando non l’avevano più vista rientrare a casa dopo che era uscita per fare una corsa. Le autorità israeliane stanno indagando sul caso come possibile attacco terroristico. 

Ieri invece un adolescente israeliano sospettato di aver lanciato pietre contro un gruppo di palestinesi è morto in un incidente stradale durante un inseguimento con la polizia. 

Fonte: Haaretz →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco alla Spianata delle Moschee a Gerusalemme: ucciso attentatore che aveva sparato gli agenti

Today è in caricamento