Martedì, 27 Luglio 2021

Pedaggi autostrade, ad agosto possibili rincari fino al 10%

Una sentenza del Tar della Lazio potrebbe aprire la strada a nuovi aumenti dopo il congelamento (parziale) delle tariffe imposto dal ministro Lupi nel 2014

Immagine d'archivio

Rischio stangata sui pedaggi delle autostrade, con le tariffe che su alcune tratte potrebbero aumentare anche del 10% dopo che il Tar del Lazio ha accolto il ricorso del gruppo Toto, concessionaria dell’Autostrada dei Parchi, per il blocco delle tariffe deciso dal ministro Lupi nel 2014. Il decreto prevedeva infatti che le tariffe autostradali venissero aggiornate solo in base all’inflazione, e non ad altri parametri come ad esempio la remunerazione degli eventuali investimenti effettuati.

In sostanza, come riporta Il Fatto Quotidiano, i giudici hanno imposto al ministero dei Trasporti di sistemare la situazione entro 30 giorni, per permettere al Gruppo Toto di recuperare gli incassi che sono stati persi negli anni che vanno dal 2014 ad oggi. Insomma, alla vigilia dell’esodo estivo gli automobilisti rischiano una bella stangata, dal momento che sulla base della sentenza gli altri concessionari non esiteranno a chiedere un uguale trattamento.

Pedaggi autostrade: aumenti in vista ad agosto

Ad esempio, sempre secondo quanto ricorda il Fatto, la Roma-Pescara potrebbe arrivare a oltre 22 euro rispetto ai 20,20 attuali, la Roma-Teramo a 19.80 contro i 17 di oggi. 

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggi autostrade, ad agosto possibili rincari fino al 10%

Today è in caricamento