Martedì, 3 Agosto 2021

La paura: "Kamikaze islamici alla guida delle auto blu dei politici"

Il quotidiano Libero scrive che alcuni autisti delle "auto blu" su cui si spostano i parlamentari europei avrebbero avuto nel passato addirittura sospetti legami col terrorismo islamico: saranno cambiate le modalità di selezione del personale

L'articolo di Libero farà discutere

Oggi Libero scrive che negli ultimi tempi sarebbe emerso che alcuni autisti delle "auto blu" su cui si spostano i parlamentari europei avrebbero nel passato addirittura sospetti legami col terrorismo islamico.

Ci sarebbe questo motivo alla base della possibile prossima decisione di cambiare le modalità di selezione, non affidandosi più a società esterne. Si procederà, se i cambiamenti diventeranno effettivi, all'assunzione diretta facendo tutti i controlli necessari sull'identità e sul passato degli aspiranti autisti.

Fino a oggi per motivi di privacy non venivano chieste informazioni dettagliate sui familiari né veniva richiesta un’approfondita documentazione del loro passato.

"È logico alzare la sicurezza all’interno delle istituzioni, se poi i parlamentari raggiungono l’aeroporto con auto guidate da perfetti sconosciuti, pagati a ore, che ruotano di continuo e che potenzialmente ascoltano telefonate riservate?" si chiede il quotidiano. 

A Bruxelles e Strasburgo gravitano qualcosa come 751 deputati, provenienti da 28 Paesi e con una moltitudine di problemi e rischi diversi. Potenzialmente, gli obiettivi sono decine, soprattutto in una Bruxelles che nel 2020 avrà più residenti musulmani che cristiani.

Il tema-sicurezza era d'attualità anche prima degli attentati dell'altro giorno a Bruxelles, ma ora i controlli all’ingresso delle auto nel Parlamento sono molto più rigorosi.
 

Fonte: Libero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La paura: "Kamikaze islamici alla guida delle auto blu dei politici"

Today è in caricamento