rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022

Bambina di 7 anni sconfigge la leucemia con la terapia cellulare

L'esito della cura incoraggia oggi i ricercatori a puntare su un trattamento che potrebbe prevedere una sola dose in tutta la vita

A 7 anni, Emily Whitehead è una pioniera: è infatti la sola bambina ad aver sconfitto la leucemia grazia a una nuova cura che interviene sul sistema immunitario, per indurre le cellule a combattere il cancro. Dopo 11 mesi di cure a Filadelfia, Emily è ora in fase di remissione. La madre racconta che la bambina è felice di poter giocare con il suo cane, di leggere e scrivere, dopo quasi un anno di trattamento sperimentale che le ha salvato la vita dopo due ricadute che avevano lasciato i medici senza alcuna alternativa.

L'esito della cura su Emily incoraggia oggi i ricercatori a puntare su un trattamento che potrebbe prevedere una sola dose in tutta la vita, e mettere fine, un giorno, al ricorso alla chemioterapia e al trapianto di midollo osseo. La tecnica consiste nel prelevare dal sangue dei pazienti dei linfociti T, le principali cellule del sistema immunitario, di modificarli geneticamente con l'aiuto di un virus e di dotarli di un recettore molecolare che gli consenta di attaccare le cellule cancerogene.

"Emily è in buone condizioni di salute e non ha avuto ricadute 11 mesi dopo aver ricevuto i linfociti T geneticamente modificati che hanno permesso di individuare un obiettivo in questo tipo di cancro", si legge nel comunicato stampa diffuso dall'Università della Pennsylvania, che ha sviluppato questa cura inizialmente per trattare adulti affetti da un altro tipo di leucemia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina di 7 anni sconfigge la leucemia con la terapia cellulare

Today è in caricamento