Martedì, 1 Dicembre 2020
Stati Uniti d'America

Il bimbo di 18 mesi che viveva in una gabbia circondato da topi e serpenti

Succede tutto in Tennessee, profondo sud degli Stati Uniti: degrado profondo

Foto: Daily Mail/County Sherif Office

Papà, mamma, nonno. Erano tutti d'accordo. Un bambino di un anno e mezzo è stato rinchiuso - pare per lunghe ore ogni giorno - in una gabbia circondato da topi, serpenti e altri insetti, con una puzza di urina insopportabile. Succede tutto in Tennessee, profondo sud degli Stati Uniti, a la vicenda è venuta alla luce alcuni mesi fa. La famiglia ha sostenuto davanti alle forze dell'ordine che il piccolo era stato messo lì dentro per la sua sicurezza. Non gli hanno creduto e sono finiti nei guai.

Il bambino chiuso in una gabbia con gli animali

Il padre 46 anni, la madre, 42, e il nonno di 82 anni sono stati arrestati con l'accusa di abusi sui minori aggravata, crudeltà sugli animali, possesso di armi da fuoco, produzione di marijuana, possesso di accessori per droghe.

La situazione venuta alla luce racconta di un degrado profondissimo. Le autorità hanno perquisito la roulotte in cui vivevano dopo una segnalazione per maltrattamenti di animali, ma quando sono entrati hanno trovato ben altro. C'erano animali in condizioni igieniche al limite dell'immaginazione, ma soprattutto un bambino molto piccolo rinchiuso dentro a una gabbia con vicino un boa di 3 metri. All'esterno e all'interno della grossa roulotte le autorità sanitarie locali hanno trovato 86 polli, 56 cani, 10 conigli, quattro pappagalli, tre gatti, otto serpenti, un fagiano, 531 tra topi, ratti e criceti e un geco.

A causa di tutti questi animali i familiari "premurosi" avevano deciso di tenere il bambino in gabbia per proteggerlo. Il bambino è stato affidato ai servizi sociali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo di 18 mesi che viveva in una gabbia circondato da topi e serpenti

Today è in caricamento