Lunedì, 1 Marzo 2021

A 11 anni salva la sorellina malata portandola di corsa in braccio alla Croce Rossa

La mamma aveva già chiamato i soccorsi ma il bambino si è accorto che la sorellina non riusciva più a respirare e così l'ha portata correndo dai volontari

I volontari della Croce Rossa lo hanno visto arrivare, nel cuore della notte, con il fiatone per aver corso con  la sorellina di un anno in braccio che faticava a respirare. "Fate qualcosa voi per favore, presto", ha detto con un filo di voce Samir (nome di fantasia), bimbo migrante che vive con la famiglia in un appartamento sociale a via Volta, a Sanremo.

La sorellina si era sentita male, la mamma aveva chiamato il 112 ed era scesa in strada ad aspettare l'ambulanza, insieme all'altra figlia di pochi mesi. Ma Samir ha deciso di portare lui stesso la sorellina alla Croce Rossa, correndo come il vento per raggiungere la sede più vicina, prima che fosse troppo tardi. Quei quattrocento metri che li separavano dalla Croce Rossa Samir li ha percorsi volando, lasciando poi la piccola nelle braccia dei volontari. 

Nel frattempo l'ambulanza chiamata dal 11 era arrivata e aveva portato la madre, in stato di shock, e l'altra bambina all'ospedale, dove poi Samir è stato accompagnato, per riunirsi alla sua famiglia insieme alla sorellina, dopo che i volontari della Croce Rossa erano riusciti a rianimarla. 

Hanno passato tutti la notte in ospedale, racconta La Stampa, e Samir è voluto rimanere per tutto il tempo nella camera della sua sorellina. 

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 11 anni salva la sorellina malata portandola di corsa in braccio alla Croce Rossa

Today è in caricamento