Martedì, 22 Giugno 2021

Bambino vegano espulso dall'asilo nido: poi succede l'incredibile

In tribunale si sono scontrate due tesi opposte, come racconta La Stampa

Una lunga battaglia legale, e ora una sentenza che in tanti non esitano a definire "storica". L’asilo espelle il bimbo vegano, il Tar lo riammette. A Bolzano vince la mamma che chiedeva una dieta “etica” per il suo bambino. 

Tutto inizia a febbraio, la mamma non accetta di buon grado la determinazione dirigenziale con cui il Comune di Merano aveva allontanato il bambino dall’asilo nido. 

La scuola si rifiuta di fornire pasti vegani, la madre si rifiuta di produrre certificati medici che comprovino il buono stato di salute del piccolo.

In tribunale si sono scontrate due tesi opposte, come racconta La Stampa:

Davanti al Tar due tesi: quella, se vogliamo un po’, tradizionalista della pubblica amministrazione, secondo la quale la dieta vegana sarebbe pericolosa per un minore, specie in età prescolare, per il quale non varrebbero le direttive ministeriali (Linee guida della ristorazione scolastica) in quanto rivolte alla scuola e non all’asilo nido. Dall’altra le ragioni di una giovane madre, attenta ai trend ma, con tutta evidenza, anche molto aggiornata sulle ultime novità scientifiche, tanto da dimostrare in sede di giudizio la superiorità dell’alimentazione vegetale rispetto a quella «onnivora» 

Pochi giorni fa il Tribunale amministrativo ha obbligato la scuola a riammettere il bimbo: "Non occorre nessuna certificazione per ottenere il pasto vegano a qualsiasi età, i genitori vegani non possono essere oggetto di discriminazioni, nemmeno mediante l’imposizione di condizioni o adempimenti ulteriori o differenti rispetto a quelli richiesti a tutti gli altri" dice l'avvocato della giovane madre

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino vegano espulso dall'asilo nido: poi succede l'incredibile

Today è in caricamento