Giovedì, 17 Giugno 2021
La generosità dei bambini / Stati Uniti d'America

Il bimbo che ha venduto le sue preziose carte dei Pokemon per pagare le cure al cane malato

Bryson Killean, di soli otto anni, ha dato via la sua intera collezione pur di dare una possibilità al suo amico a quattro zampe. Adesso l'animale sta meglio e il bimbo è stato premiato

Foto Facebook Kimberley Woodruff

Saresti disposto a sacrificare quello che hai di più raro per salvare la vita del tuo cane? A questa domanda Bryson Killean, un bambino americano di otto anni, ha risposto: sì. Ed è quello che ha fatto. Bruce, il suo cagnolino, aveva contratto un virus molto brutto e altamente contagioso. Il veterinario era stato chiaro purtroppo, aveva bisogno di cure e anche molto costose per poter essere salvato. Gli era stato diagnosticato infatti il parvovirus, patologia che colpisce specialmente il sistema digestivo e cardiovascolare nei cuccioli di cane. In questi casi la mortalità può raggiungere il 91% nei casi non trattati. La famiglia non poteva permettersi di pagare i 700 dollari richiesti e così ci ha pensato Bryson.

Ha allestito una bancarella artigianale fuori dalla sua casa in Virginia e ha esposto le sue preziose carte Pokémon. Specificando che il ricavato sarebbe servito per finanziare le cure del suo Bruce. La foto che lo ritrae seduto su una sedia dietro a quel tavolino e con un ombrellone a righe per ripararsi dalle intemperie ha fatto il giro del paese e anche oltre: è stato ripreso persino dai giornali locali che hanno dato risalto a quella storia commovente. Intervistato dalla radio locale ha candidamente affermato: "So che a tutti piacciono le carte Pokémon, quindi ho deciso di venderle".

Ha venduto tuta la sua collezione di carte 

Ha dato via la sua intera collezione senza pensarci due volte. Tutto per salvare il suo cane. Vedendo gli sforzi e l’amore infinito del figlio nei confronti del cucciolo la mamma di Bryson ha creato una pagina di raccolta fondi online perché da solo con la vendita delle card non ce l’avrebbe mai fatta a coprire l’intera cifra. Inaspettatamente però hanno raccolto ben più degli oltre 700 dollari che servivano. Le donazioni hanno superato i 5mila dollari. La cifra, ottenuta anche grazie alla storia strappalacrime del bimbo, servirà come base per pagare le future vaccinazioni di Bruce, ma anche per aiutare gli altri cani malati della loro comunità.

Non è finita qui. Lo staff del quartier generale dei Pokémon, nello stato di Washington, ha saputo del sacrificio di Bryson e ha deciso di premiarlo con una bella sorpresa: gli hanno inviato alcune carte davvero rare come regalo. Il pacco era accompagnato da una lettera che diceva: "Ehi Bryson, siamo stati così ispirati dalla tua storia sulla vendita delle tue carte per salvare il tuo cane. Queste sono alcune carte per aiutarti a sostituire quelle che hai dato via". Al momento Bryson gioca con le sue nuove carte e il cucciolo continua il suo recupero, pare che sia sulla buona strada per una completa guarigione. Insomma, tutto è bene quello che finisce bene.

Fonte: Bbc →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo che ha venduto le sue preziose carte dei Pokemon per pagare le cure al cane malato

Today è in caricamento