Martedì, 18 Maggio 2021

Bar rinuncia alle slot, meno guadagni ma clienti felici: "Tutti si complimentano con noi"

La ludopatia è una piaga sociale vera e propria. In quel bar in centro a Belluno le due slot machine c'erano "da sempre". Romana e Giuliana hanno fatto una scelta precisa

Foto: Ansa (repertorio)

In quel bar in centro a Belluno le due slot machine erano "da sempre" all'ingresso, vicino alla porta. In tanti anni, quanti soldi "buttati" dai clienti. Quando le due titolari Romana e Giuliana hanno preso in gestione il locale, le macchinette c'erano già. A loro non sono mai piaciute. Da tempo stavano cercando di eliminarle, e ora ci sono riuscite. Ma che fatica. 

Non è stato affatto facile, come raccontano loro stesse al Corriere delle Alpi: "Erano anni che stavamo pensando di disfarci delle due slot che avevamo nel locale, ma abbiamo sempre incontrato diversi ostacoli. Una volta ci era stata prospettata una penale salata da pagare, un’altra volta serviva l’autorizzazione specifica da parte dei monopoli, poi c’erano altri cavilli da superare".

Ma alla fine ce l'hanno fatta. Un gesto da elogiare, che per le proprietarie del bar L'Insolita Storia di via Zuppani significa anche un sacrificio economico. "Erano una fonte di guadagno, ma non volevamo contribuire al giro di malati del gioco che rovina tante persone" dicono. Prima di riuscire a farle portare via dal locale, le titolari del bar avevano provato vari metodi per dissuadere i giocatori, coprendo le slot, spegnendole "ogni volta che potevamo, prendendo anche una multa".

"Ora daremo spazio ad altre attività che, anche se ci faranno guadagnare di meno, sicuramente ci interessano di più. La gente passa a trovarci per verificare che non ci siano più davvero e si complimenta con noi; è una cosa che ci fa molto piacere e speriamo di sopperire con eventi culturali e altro alle entrate da gioco sulle quali non potremo più contare". 

Francesco e il baratro del gioco: "Ho perso tutto, circa 2 milioni di euro..."

La ludopatia è una piaga sociale vera e propria. Alcuni recenti studi e dati statistici indicano che il fenomeno del gioco d'azzardo si sta diffondendo in modo preoccupante tra gli adulti, le persone in età lavorativa e padri di famiglia, con conseguenze drammatiche. Stando ai dati del 2016 gli italiani hanno speso 96 miliardi di euro tra videolottery, bingo, scommesse virtuali, pronostici sportivi e altri giochi d'azzardo, con un'entrata per l'Erario pari a 10 miliardi. Di questi, oltre la metà arriva dalle tasse sulle slot machine. E sono circa 12mila gli individui in cura per ludopatia; ma è solo la punta di un iceberg.

Fonte: Corriere delle Alpi →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar rinuncia alle slot, meno guadagni ma clienti felici: "Tutti si complimentano con noi"

Today è in caricamento