rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Nuovo progetto anti-slot: "Portiamo nuovi clienti ai bar che rinunciano alle macchinette"

Il progetto è tanto semplice quanto efficace: premiare i baristi che rinunciano alle slot machine nel loro esercizio e provare a risarcirli del danno economico

Un'iniziativa lodevole, quella ideata da Carlo Cefaloni e Gabriele Mandolesi. Oggi sono sostenuti da 94 associazioni. Il progetto è tanto semplice quanto efficace:  premiare i baristi che rinunciano alle slot machine nel loro esercizio e provare a risarcirli del danno economico. Macchinette che rovinano intere famiglie, i baristi lo sanno benissimo, ma le slot garantiscono tanti soldi, e non è facile per nessuno di questi tempi rinunciare a un'entrata sicura. Corrado Zunino su Repubblica spiega di che si tratta.

"Città per città proviamo a portare nuovi clienti a chi sceglie di rinunciare alle slot", racconta Cefaloni. Come funziona questa iniziativa? Sul sito "senzaslot" ci si autosegnala (sono già in 240 ad averlo fatto), poi il gruppo SlotMob (vuol dire: facciamo un mob, un happening, una festa a chi rinuncia al guadagno derivante dal gioco d'azzardo) coordina via Facebook gli eventi da costruire attorno al bar che ha deciso di rinunciare alle slot.

Il primo è stato il Freedom Bar di fronte al liceo classico di Biella. Un evento organizzato dalle associazioni per pubblicizzare il bar, con gruppi solidali a ordinare il caffè e 900 persone in piazza. In tutto fino a ora 11 tappe, tutte un gran successo.

Repubblica riporta la testimonianza di una donna:

Betty, 34 anni, madre di due figli di dieci e tre anni, neoattivista di SlotMob da Sassari, racconta: "Mio marito ha toccato il fondo da dipendenza da slot machine. Per tre anni con me ha recitato e ha perso tutto: il lavoro, l'autostima. Ho ottenuto la sua firma dopo dieci mesi di Sert e ora è in comunità. Sta molto meglio, ma io sono una madre disoccupata con il mutuo sulla schiena. Odio le slot più della mia vita e sono disposta a tutto pur di farle eliminare dalla mia Sassari".

L'appello sui social network non si ferma: "Aiutiamoli a coprire i guadagni mancati".

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo progetto anti-slot: "Portiamo nuovi clienti ai bar che rinunciano alle macchinette"

Today è in caricamento