Mercoledì, 4 Agosto 2021

Enel, dal primo giugno stop alle telefonate commerciali moleste

Le imprese stesse probabilmente hanno capito che il reiterato tentativo di piazzare contratti e servizi telefonando a casa delle persone, se non addirittura in ufficio e sul cellulare dei consumatori, produce più danni che benefici

Chi non ha mai ricevuto una telefonata di telemarketing da una qualche comapgnia di energia elettrica può considerarsi un miracolato in Italia.

Dopo le tante proteste, Enel sospende le telefonate commerciali moleste. La società stoppa il telemarketing per l'acquisizione di nuovi clienti.

Alcuni quotidiani come il Tirreno negli ultimi mesi avevano imbastito vere e proprie campagne contro il telemarketing aggressivo.

Le imprese stesse probabilmente hanno capito che il reiterato tentativo di piazzare contratti e servizi telefonando a casa delle persone, se non addirittura in ufficio e sul cellulare dei consumatori, produce più danni che benefici.

Enel quindi ha annunciato che "non chiamerà più al telefono per stipulare nuovi contratti di fornitura per elettricità o gas", a partire dal prossimo primo giugno.

Si è mossa quindi in anticipo, senza aspettare le conclusioni della la commissione Lavori pubblici e Comunicazioni al Senato, che prosegue la discussione sulla Riforma del Registro delle Opposizioni: lo scopo è  estendere lo scudo contro le chiamate indesiderate anche a cellulari e numeri fissi riservati.

Per acquisire nuovi contratti in futuro Enel potenzierà altri canali commerciali: dalla rete commerciale distribuita sul territorio al sito più app.

Fonte: Il Tirreno →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel, dal primo giugno stop alle telefonate commerciali moleste

Today è in caricamento