Domenica, 7 Marzo 2021
Spintoni e insulti in chiesa / Palermo

Il battesimo finito in rissa: calci, pugni, schiaffi e tirate di capelli per fare le foto col bambino

Spintoni e insulti nella chiesa madre di San Cipirello, in provincia di Palermo

La chiesa madre di San Cipirello, in provincia di Palermo

Altro che "scambiatevi un segno di pace". Un battesimo è finito in rissa all'interno della chiesa madre di San Cipirello, in provincia di Palermo, dove due famiglie, a quanto pare già ai "ferri corti" da tempo, stavano partecipando alla cerimonia organizzata per un bambino di 7 mesi. Ad avere la peggio sarebbe stato il nonno materno, colpito con calci e pugni da un giovane. I genitori del piccolo - come riporta il Giornale di Sicilia - sono due ragazzi appena ventenni che, nonostante la breve vita del bambino, hanno già interrotto la loro relazione.

Il battesimo finito in rissa a San Cipirello (Palermo)

Nonostante ciò avrebbero deciso comunque di organizzare il battesimo per il loro figlio, invitando una trentina di persone. La tensione sarebbe esplosa al momento delle foto di rito, forse per l’insistenza di alcuni familiari o per qualche invito ad indossare correttamente la mascherina chirurgica. Sarebbero bastati pochi secondi per scatenare una rissa che ha coinvolto una decina di persone tra tirate di capelli, calci, schiaffi e pugni. E a nulla sarebbe servito l’intervento del parroco che si trovava in sagrestia, intervenuto perché attirato dalle urla dei fedeli.

Nonostante quanto accaduto nessuno ha contattato il 112 chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine, ma qualcuno avrebbe preferito sporgere denuncia in un secondo momento. Una volta raccolti ulteriori elementi su quanto accaduto sarà la Procura a decidere se e come procedere.
 

Fonte: PalermoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il battesimo finito in rissa: calci, pugni, schiaffi e tirate di capelli per fare le foto col bambino

Today è in caricamento