rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024

Sarà inaugurato a Berlino il Memoriale delle vittime Rom e Sinti del nazismo

Il Memoriale in ricodo delle 500mila vittime del nazismo sorgerà davanti al parlamento tedesco

Verrà inaugurato mercoledì a Berlino dal cancelliere tedesco Angela Merkel un memoriale in ricordo dei 500mila Rom e Sinti vittime dello sterminio nazista nel corso della Seconda Guerra Mondiale.  Considerati dai nazionalsocialisti tedeschi "di razza inferiore", rom e sinti sono ancora oggi un popolo vittima di discriminazioni e persecuzioni.

Il memoriale ai Sinti e ai Rom, ideato dall'artista israeliano Dani Karavan, si trova di fronte al Reichstag, il Parlamento tedesco, non lontano da quello per le vittime della Shoah e da quello dedicato agli omosessuali uccisi nel corso del Terzo Reich. E' costituito da un pozzo con al centro una stele sulla quale verrà posato ogni giorno un fiore appena colto.

"L'Olocausto contro i Rom - o 'Porajmos'- è stato negato per lungo tempo e non è stato oggetto di particolari ricostruzioni storiche, non solo in Germania ma neppure in altri paesi, come la Francia di Vichy o in altri paesi est-europei che hanno partecipato alle persecuzioni", afferma lo storico Wolfgang Wippermann dell'Università libera di Berlino.


Attualmente sono 11 milioni i Rom che vivono sul continente europeo, di cui 7 milioni nell'Ue, la maggior parte in Europa centrale e del sud-est, in Romania, Bulgaria, Ungheria e Slovacchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà inaugurato a Berlino il Memoriale delle vittime Rom e Sinti del nazismo

Today è in caricamento