rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

Berlusconi ai servizi sociali: "Gli affiderei l'igiene quotidiana di un ammalato di Sla"

Quale “servizio sociale” sarebbe adatto a un personaggio come l'ex premier? Tutte le proposte più interessanti da parte di chi nel sociale ci lavora per davvero

Che cosa potrebbe fare Silvio Berlusconi in caso di affidamento ai servizi sociali? Tra proposte serie e semiserie, disponibilità e rifiuti, i responsabili di diverse associazioni non profit attraverso il sito Redattore Sociale dicono la loro sulla misura alternativa di cui l’ex premier potrebbe fruire nei prossimi mesi.

Quale “servizio sociale” sarebbe adatto a un personaggio come l'ex premier? E quali benefici ne trarrebbe l’interessato?

Ecco le parole di alcuni responsabili di associazioni non profit italiane.

Don Vinicio Albanesi, della Comunità di Capodarco, sul suo blog dice: "Forse aiuterebbe la sua presenza nel centro per disabili gravi e gravissimi: per fare compagnia, imboccare, aiutare a far la doccia. Ma la vicenda andrà in altro modo, prevede don Albanesi : "troveranno qualche ufficio, ente, iniziativa dove si sta comodi, con tutti gli strumenti di comunicazione (giornali, telefoni, internet), magari vicino casa, così da eliminare la scorta e non avere noie".

"Berlusconi ai servizi sociali è una mossa politica": parola di Ennio Doris

Berlusconi potrebbe dare un mano, da gran comunicatore qual è, al mondo dei disabili. Franco Bomprezzi, di Ledha, dice: "Berlusconi potrebbe venire da noi, potrebbe dare il suo contributo nel mondo della comunicazione, lui che ha dimostrato di essere così abile. Il mondo della disabilità ha un grande bisogno di farsi vedere. Così l'anno che dovrà trascorrere ai lavori socialmente utili potrebbe diventare fantastico e noi su questo aspetto abbiamo bisogno certamente di lui".

Mariangela Lamanna, del Comitato 16 novembre, non ha dubbi: "Gli affiderei l'igiene quotidiana dell'ammalato di sla, muto, paralizzato e tracheostomizzato. Da solo, ovviamente. Vediamo come se la cava se gli strali lanciatigli con gli occhi dall'ammalato lo colpiscono... Prima però deve imparare come si gestisce un disabile gravissimo a domicilio, senza soldi e in assoluto abbandono!".

"Servizi sociali per Berlusconi? Raccogliere pomodori. Basta che stia lontano dalle prostitute"

Sul sito Redattore Sociale si possono leggere altre proposte interessanti.

Gabriella Carnieri Moscatelli, Telefono Rosa - “Da noi si renderebbe conto cosa significa essere donna oggi. Gli apriremmo le porte per fargli capire quanta dignità hanno le donne. Data l’età potrebbe lavorare nelle case di accoglienza, accompagnare i bambini delle donne in difficoltà a scuola o dal dottore. Oppure lavorare alla ricerca sulla violenza sommersa che pubblichiamo annualmente: quest’anno abbiamo raccolto i dati di 1800 telefonate, è un’attività che potrebbe svolgere per capire come è trattata la donna in Italia. Sarebbe un gesto importante e altamente simbolico. Certo, non potrebbe ricevere la visita delle sue, di donne”.

Fonte: RedattoreSociale.it →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi ai servizi sociali: "Gli affiderei l'igiene quotidiana di un ammalato di Sla"

Today è in caricamento