Venerdì, 18 Giugno 2021

Roma, l'assessore Esposito bestemmia in Aula: "Quel fascista mi ha aggredito"

Come racconta RomaToday c'è chi chiede le dimissioni di Esposito, non nuovo a clamorose gaffe

L'assessore ai trasporti di Roma, Stefano Esposito, bestemmia in aula Giulio Cesare durante una seduta. Poche ore dopo Esposito ha chiesto scusa a tutti su Twitter: "Chiedo scusa per la bestemmia scappata in assemblea capitolina. Purtroppo quando un fascista mi aggredisce, perdo un pochino la testa", ha cinguettato. La lite che ha portato alla bestemmia è stata con il consigliere di opposizione Dario Rossin (Forza Italia). Durante una discussione animata, Rossin si è diretto verso l'assessore. A quel punto la bestemmia irripetibile. Esposito racconta la sua versione: "Rossin è venuto al mio scranno con tono minaccioso...e poi io mi conosco, mi è scappata. Bisognerebbe evitare di perdere la testa. Però, insomma, niente di che, al Senato vediamo cose peggiori". Come racconta RomaToday, c'è chi chiede le dimissioni di Esposito, non nuovo a clamorose gaffe.

"Mai - sottolinea il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma - ci saremmo aspettati che una delle ultime perle di Marino sarebbe stata quella di nominare un senatore assessore bestemmiatore. Penso sia il caso che l'assessore Esposito rassegni le sue dimissioni, per rispetto dei cittadini, dopo aver chiesto scusa a tutti".
 

Fonte: RomaToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, l'assessore Esposito bestemmia in Aula: "Quel fascista mi ha aggredito"

Today è in caricamento