Giovedì, 21 Ottobre 2021

Bimba scomparsa, il sospetto ha mentito: “Non c'era un altro bambino”

Nordahl L., il 34enne sospettato del rapimento della bimba francese di 9 anni, ha mentito sulla presenza di un altro bimbo sulla sua auto, dopo la festa di matrimonio in cui è scomparsa la piccola Maelys

Mentre vanno avanti senza sosta le ricerche della piccola Maelys De Araujo, la bimba di 9 anni scomparsa dopo una festa di matrimonio in Francia, il 34enne arrestato dalla polizia, Nordahl L., nega qualsiasi coinvolgimento. 

Gli investigatori hanno trovato una traccia del Dna della piccola nell'auto dell'uomo, ma la sua spiegazione non convince, anzi, dalle ultime notizie sembra sia emersa una nuova imprecisione nel racconto dell'uomo. 

Il 34enne ha dichiarato che Maelys si è seduta in auto insieme ad un bimbo biondo con la scusa di vedere il cane, ma secondo il quotidiano francese Nord Eclair, non esisterebbe alcun bimbo biondo. Nessun bimbo con le caratteristiche descritte era tra gli invitati al matrimonio.

Aumentano quindi i sospetti nei confronti di Nordhal L., che avrebbe fatto salire la bimba da sola nella sua Audi parcheggiata nei pressi del luogo dove si teneva la festa di matrimonio, per poi scomparire nel nulla. Intanto le ricerche si stanno concentrando nella zona in cui è situata l'abitazione del sospetto. 

Fonte: Nord Eclair →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba scomparsa, il sospetto ha mentito: “Non c'era un altro bambino”

Today è in caricamento