Venerdì, 24 Settembre 2021

Il bimbo cieco non può prendere il bus: a 84 anni fa 60 km al giorno per portarlo a scuola

Una storia di generosità e solidarietà che arriva dalla provincia di Arezzo: il papà del piccolo non può accompagnarlo e sullo scuolabus non c'è il servizio di assistenza per i disabili, così si è proposto il pensionato vicino di casa

Foto di reperorio

C'è un uomo di 84 anni che ogni giorno percorre 60 chilometri di curve e tornanti per accompagnare a scuola (e riportare a casa) un bimbo cieco di 6 anni, figlio di un suo vicino di casa. Una bella storia di solidarietà raccontata sulle pagine del Corriere Fiorentino e che arriva dalle montagne in provincia di Arezzo, con precisione a Consuma, frazione di Montemignaio. Il papà del bimbo è un taglialegna di origini macedoni e a causa del suo lavoro non può accompagnarlo di persona, mentre l'ipotesi scuolabus è impraticabile in quanto manca il servizio di accompagnamento per i bambini con disabilità. Così il pensionato di 84 anni, nonostante la veneranda età, è rimasto talmente colpito da questa storia da proporsi come 'taxi' per il piccolo. 

"Tutte le mattine, quando lo lascio a scuola, vedo Goran avvicinarsi agli altri bambini, tocca i loro visi e li riconosce uno per uno. È una cosa stupenda!": ha spiegato l'uomo.

A rendere pubblica la vicenda è stato Fabio Venneri. ex assessore di Rignano sull’Arno (Firenze): "È una storia di ordinaria generosità - ha spiegato Venneri al Corriere fiorentino - In un momento in cui i fascisti non fanno entrare una famiglia in una casa popolare, in una frazione di cinquanta anime una persona si sacrifica per un bambino macedone non vedente. È una storia che abbiamo il dovere di raccontare"

Fonte: Corriere Fiorentino →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo cieco non può prendere il bus: a 84 anni fa 60 km al giorno per portarlo a scuola

Today è in caricamento