Martedì, 11 Maggio 2021

''Non respiro'': afroamericano bloccato dalla polizia, muore soffocato

Polemiche negli Stati Uniti per la morte di un uomo di colore, deceduto durante un arresto avvenuto a Minneapolis, in Minnesota. Un video incastra l'agente

Foto di repertorio

Un nuovo caso di violenza della polizia scoppia negli Stati Uniti. Sta facendo discutere la morte di un afroamericano rimasto soffocato mentre un agente lo teneva fermo a terra durante l'arresto, con il ginocchio sul suo collo. L'Fbi ha avviato un'indagine ma un video (che preferiamo non mostrare) “incastra” l'agente del dipartimento di Minneapolis, in Minnesota.

"Non riesco a respirare! Non riesco a respirare! Non uccidermi", ha gridato l'uomo mentre molti passanti si sono fermati per riprendere la scena con i telefonini. La polizia locale ha confermato che l'uomo, di cui non è stata data l'identità, di circa 40 anni è morto a seguito di quello che viene definito "un incidente medico" dopo che la polizia ieri è intervenuta per una denuncia di truffa. Ora, come riporta la Cbs, le autorità del Minnesota e quelle federali hanno annunciato di aver avviato un'inchiesta di fronte alle proteste che arrivano dalla comunità afroamericana. 

"La nostra comunità continua ad essere traumatizzata, una volta di più, esigiamo risposta", ha detto la consigliera comunale Andrea Jenkins. Secondo un portavoce della polizia, gli agenti intervenuti ieri sera hanno fermato l'uomo, apparentemente sotto l'influenza della droga, ha "opposto resistenza all'arresto". E che "quando gli agenti sono riusciti a mettergli le manette si sono accorti che stava avendo un problema medico", chiamando l'ambulanza.

Fonte: Cbs News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

''Non respiro'': afroamericano bloccato dalla polizia, muore soffocato

Today è in caricamento