Domenica, 17 Ottobre 2021

Blue Whale, folle gioco che spinge al suicidio: ragazzina in salvo grazie alle amiche

A Bari. La 13enne coinvolta nel ''gioco mortale'' era a un livello ormai avanzato

La Polizia di Stato di Bari partendo dalla segnalazione di alcune ''amiche di chat'' ha individuato ed identificato una tredicenne coinvolta nel ''gioco mortale'' Blue Whale: si trovava a un livello molto avanzato (il 30esimo, e al 50esimo è previsto il suicidio).

Gli agenti hanno informato tempestivamente i genitori del coinvolgimento della figlia in questo pericoloso gioco. E' così emerso che la giovane adolescente da qualche mese trascorreva molto tempo al telefono cellulare, si attardava ad andare a dormire ed era diventata particolarmente taciturna. Nell'ultimo periodo, inoltre, usciva raramente e solo con una compagna di classe. La mamma, qualche giorno prima dell'intervento della polizia, aveva notato alcuni segni sulle braccia della figlia che però aveva addebitato ai graffi del gatto di famiglia.

La giovane è stata ascoltata in audizione protetta, alla presenza di un esperto psicologo; durante l'audizione la ragazza ha ammesso di essersi procurata i tagli con la lametta di un rasoio e di aver inviato le immagini dei gesti autolesivi ad un'amica di scuola. Da accertamenti tecnici sul telefono cellulare in uso alla minore, si è appurato che erano state cancellate ed archiviate diverse chat di WhatsApp, relative ai gruppi ''Panda'', ''Disastro'', ''Disagio'' e ''Deupolcuassassino'' e che partecipava al gioco ''NoStranger''. Inoltre sul social ''Instagram'' aveva pubblicato immagini allarmanti ed angoscianti, tra cui la foto di una stazione ferroviaria con treno in transito, e frasi come ''soffro'', ''sto male'', ''voglio morire''. Analoghe frasi sono state rinvenute nel suo diario scolastico, al cui interno era contenuto un biglietto manoscritto con la frase di addio che avrebbe lasciato alla madre il giorno del suicidio.

Non è l'unico caso: sono state informate le squadre mobili di competenza in diverse regioni d'Italia per individuare i reali utilizzatori dei profili e procedere alla loro audizione, racconta oggi BariToday.

Fonte: BariToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blue Whale, folle gioco che spinge al suicidio: ragazzina in salvo grazie alle amiche

Today è in caricamento