Bollette a 28 giorni, nulla di fatto sui rimborsi: nuovo rinvio

La decisione del Consiglio di Stato non arriverà prima di maggio

Foto di repertorio

Slittano ancora i rimborsi delle compagnie telefoniche per le bollette emesse ogni 28 giorni: tutto congelato fino alla prossima decisione del Consiglio di Stato. Lo riporta "Repubblica". Il verdetto era atteso per oggi, ma a quanto pare non arriverà prima di fine maggio.

A quanto pare, Palazzo Spada aspetta ancora di conoscere le motivazioni integrali del pronunciamento del Tar del Lazio che lo scorso novembre aveva dato via libera ai rimborsi, cancellando le multe con cui l'Agcom aveva sanzionato le compagnie telefoniche. Il consiglio di Stato aveva poi congelato tutto in attesa di prendere una decisione finale.

Ricordiamo che i rimborsi si riferiscono ai giorni in più pagati dagli utenti tra il giugno 2017 a fine marzo 2018 e non arriveranno sotto forma di denaro: se il Consiglio di Stato dovesse dare parere favorevole, gli utenti si vedranno spostare la data di pagamento del loro addebito nei confronti delle compagnie telefoniche. In sostanza potranno usufruire del servizio gratis per un certo periodo di tempo.

Allo stato attuale delle cose soltanto Fastweb ha fornito agli utenti una misura compensativa: sta dando in regalo il servizio Wow Space, per chi lo attiva entro gennaio, che consente di avere spazio illimitato sul cloud per foto, musica e ogni genere di file, continuando a fornirlo gratis nonostante la sospensiva del Consiglio di Stato. Telecom Italia, Vodafone e Wind, dopo aver ricevuto parere negativo dal Tar, aspettano ora la sentenza del Consiglio di Stato.

Fonte: Repubblica.it →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento