rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024

Buenos Aires sfida la Chiesa sull'aborto

La capitale argentina ha approvato una legge che autorizza gli aborti senza limitazioni nei casi di violenza sessuale o quando è in pericolo la vita della madre

Buenos Aires ha approvato una legge che autorizza gli aborti senza limitazioni nei casi di violenza sessuale o quando la madre del nascituro è in pericolo.

L'assemblea cittadina ha approvato il provvedimento a strettissima maggioranza, con 30 voti a favore e 29 contro, con gli alleati del presidente Cristina Kirchner che hanno avuto la meglio sul blocco guidato dal sindaco di Buenos Aires Mauricio Macri, potenziale rivale per la presidenza nel 2015.


La legge vieta "ostacoli medici, burocratici o giudiziari" agli aborti nei casi di stupro o se c'è un forte rischio per la salute della madre. I tentativi del Congresso dell'Argentina di approvare una legge federale per depenalizzare l'aborto sono falliti, comunque, per l'opposizione sia della Kirchner sia della Chiesa cattolica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buenos Aires sfida la Chiesa sull'aborto

Today è in caricamento