rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023

Trump, più di 130 "bugie" nel primo mese alla Casa Bianca: lo studio è impietoso

Donald Trump ha collezionato un numero impressionante di dichiarazioni "di dubbia natura, fuorvianti o false" nei primi 33 giorni da presidente degli Stati: lo mette nero su bianco il Washington Post

In 33 giorni alla Casa Bianca Donald Trump ha già fatto 132 affermazioni false o fuorvianti: il Washington Post continua il suo impietoso fact-checking, ma i sondaggi rivelano che la maggioranza degli americani approva le prime decisioni prese dal Presidente, tra cui il discusso "Muslim ban".  

Donald Trump ha collezionato un numero impressionante di dichiarazioni "di dubbia natura, fuorvianti o false" nei primi 33 giorni da presidente degli Stati: lo mette nero su bianco il Washington Post, che ha promesso ai lettori di continuare la "verifica dei fatti" lanciata durante la campagna elettorale. Il quotidiano promette costanti aggiornamenti nel corso dei primi 100 giorni alla Casa Bianca del miliardario che accusa i media di produrre fake-news contro di lui e che regolarmente mente, o quasi, rifila falsità o quasi via Twitter o nei suoi discorsi.

Secondo il Washington Post, in effetti, la tendenza al falso di Trump si scatena soprattutto via Twitter, con il 34% di dichiarazioni a dir poco incerte, spesso false. Seguono i suoi commenti in discorsi pubblici e i discorsi preparati, poi le interviste e le conferenze stampa. "Gli argomenti più frequenti per queste affermazioni riguardano l'immigrazione, che è risultata oggetto (di false dichiarazioni di Trump) 24 volte", precisa il Post, "altri ricorrenti argomenti riguardano la sua biografia (17 affermazioni non esattamente vere) e i posti di lavoro, 17 volte.

Pinocchio, e peraltro recidivo, continua l'articolo corredato di grafici: il presidente "spesso ripete le stesse affermazioni infondate anche se smentite nei fatti". E proprio perchè "è difficile tenere dietro a tutta la retorica dei Trump", il Post raccoglie tutte le "dichiarazioni sospette dei primi 100 giorni come presidente", dividendole per categorie e precisando quante volte la stessa bugia sia stata ripetuta.

Nonostante tutto però la maggioranza degli americani sostiene le politiche del presidente sull'immigrazione. Lo rivela un sondaggio di Harvard-Harris, pubblicato da 'The Hill', indicando come il muro al confine con il Messico, seppur di misura, sia invece stato stato bocciato. Il sondaggio e' stato condotto tra l'11 e il 13 febbraio scorsi su un campione di 2.148 elettori registrati.

Fonte: Washington Post →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump, più di 130 "bugie" nel primo mese alla Casa Bianca: lo studio è impietoso

Today è in caricamento