Lunedì, 21 Giugno 2021
Il giallo / El Salvador

Decine di cadaveri seppelliti nella casa di un ex poliziotto: il macabro ritrovamento a El Salvador

L'uomo era stato arrestato all'inizio di maggio perché sospettato dell'omicidio di due donne. All'interno dell'abitazione potrebbero esserci 40 corpi, servirà un mese per esumarli tutti

Foto da un video LA PRESSE

Un vero e proprio cimitero clandestino. È quello che hanno trovato le autorità di El Salvador, piccolo Paese dell'america centrale, a casa di un ex agente della Policía Nacional Civil arrestato a inizio maggio per l'omicidio di due donne, madre e figlia. L'abitazione dell'uomo si trova a Chalchuapa, città di 74mila abitanti a meno di 80 km dalla capitale San Salvador. All'interno, sepolte in sette fosse comuni, gli investigatori hanno trovato i resti di 27 persone. Ma il sospetto è che i cadaveri siano di più, forse addirittura 40. La maggior parte delle vittime sarebbero di sesso femminile.

Un serial killer? I pubblici ministeri hanno emesso mandati di arresto per altri nove sospetti che potrebbero aver agito come complici. Tra i fermati ci sono ex agenti di polizia, ex soldati e trafficanti di esseri umani. Il principale sospettato è Hugo Osorio Chávez, 51 anni, allontanato dalla polizia nel 2010 perché ritenuto colpevole del reato di stupro, per il quale ha già scontato una pena di cinque anni. Chávez avrebbe confessato il delitto delle due donne, mentre sono in corso le indagini per scoprire in quali circostanze siano state uccise le altre vittime trovate nell'abitazione di Chalchuapa. Le indagini proseguono. Secondo i media locali per esumare tutti i cadaveri servirà probabilmente un altro mese. 

Dove si trova Chalchuapa: la mappa

Fonte: The Guardian →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decine di cadaveri seppelliti nella casa di un ex poliziotto: il macabro ritrovamento a El Salvador

Today è in caricamento