Giovedì, 24 Giugno 2021

"Camorra dato costitutivo di Napoli": bufera sulle parole di Rosy Bindi

Critiche da parte del procuratore di Napoli, del sindaco De Magistris e di Ncd: "Chiarisca subito le sue parole". "Non si può fare una storia di Napoli senza fare una storia della camorra", ribadisce la presidente della Commissione antimafia

NAPOLI - A Napoli è emergenza sicurezza: una situazione “preoccupante”, con una camorra “dato costitutivo della città” che mette in campo “pericolosissime ed imprevedibili terze e quarte file estranee ai clan storici”.

Si tratta, come racconta NapoliToday, del quadro che ha delineato la Commissione parlamentare antimafia nella prima giornata della sua "missione partenopea". Affermazioni che hanno sollevato un polverone ed in parte oggi contraddette dal sindaco Luigi de Magistris.

Nelle prime due audizioni della Commissione, sono ieri stati ascoltati i vertici delle forze dell'ordine, nella seconda quelli della magistratura. Oggi è toccato al sindaco ed a “rappresentanti della società civile”. Al centro delle polemiche le frasi della presidente della Commissione Rosy Bindi. La parlamentare - oltre a ribadire la sua contrarietà all'invio dell'esercito - ha definito la camorra “dato costitutivo di Napoli, della società, e della regione”, sottolineando anche che “il Mezzogiorno deve essere definitivamente adottato da questo governo nazionale”.

“La cultura, la storia, il teatro, l'umanità sono gli elementi costitutivi della città – ha invece sottolineato il sindaco de Magistris – (quanto detto dalla Bindi, ndr) non lo condivido per nulla, quando l'ho letto sono saltato dalla sedia. Non cosa volesse dire, ma dovrebbe spiegare questa affermazione”. Spiegazione che arriva puntuale:

Mai parlato della camorra nel dna dei napoletani. Ho parlato della camorra come elemento costitutivo di una società e della storia della città. Ripeto queste parole con convinzione. Non si può fare una storia di Napoli senza fare una storia della camorra, così come una storia dell'Italia senza le mafie - aggiunge la Bindi - ignorare questo dato impedisce che camorra e mafie continuino ad essere elemento costitutivo. Sentirsi offesi per questo è il primo regalo che possiamo fare alle mafie.

Fonte: NapoliToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Camorra dato costitutivo di Napoli": bufera sulle parole di Rosy Bindi

Today è in caricamento