Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Mancano i Canadair: "La Sardegna brucia ma si continuano a finanziare progetti inutili come gli F35"

Due giorni di incendi in Sardegna hanno seminato il panico: ottomila ettari in fiamme. "C'è il rischio di un vero e proprio disastro ecologico, sociale ed economico", attacca il senatore di Sel, Luciano Uras

Gli incendi estivi, quasi certamente dolosi, stanno devastando la Sardegna. E i Canadair scarseggiano, drammaticamente.

Soltanto nelle ultime ore, come racconta L'Unione Sarda, il fuoco che aveva trasformato per 48 lunghissime ore la Sardegna in un inferno sembra aver allentato la morsa.

Continuano senza sosta le operazioni di bonifica a Nurallao, nel cagliaritano, a Villagrande Strisaili, in Ogliastra, e a Laconi, nell'oristanese, dove in nottata sono rientrati a casa gli abitanti, l'attenzione resta alta. In Gallura invece nella notte è piovuto e sul territorio ora l'eventuale rischio incendi è più basso. Sono però le forti raffiche di vento a preoccupare la Protezione Civile.

Il bilancio di questa due giorni di fuoco è tremendo: ottomila gli ettari di bosco, macchia mediterranea e pascoli distrutti dalle fiamme.

Dopo la grande paura di ieri il sindaco di Laconi (Oristano) Ignazio Paolo Pisu racconta cosa è successo: "La svolta si è avuta intorno alle 20 quando ormai la situazione sembrava disperata. Il fuoco stava arrivando alle pendici delle montagne. Scendendo nei costoni le fiamme avrebbero toccato la case, sarebbe arrivato al parco dove si trovano i rioni distruggendo ogni cosa. Solo con l'arrivo di cinque elicotteri e tre Canadair siamo riusciti a tamponare l'emergenza".

"C'è il rischio di un vero e proprio disastro ecologico, sociale ed economico", attacca il senatore di Sel, Luciano Uras. "Mentre la Sardegna e l'Italia bruciano - denunciano i 'grillini' - si continuano a finanziare inutili progetti come gli aerei F35". Il segretario dell'Unione Popolare Cristiana, Antonio Satta, chiede un tavolo nazionale; la deputata del Pd, Caterina Pes, sollecita "un'indagine conoscitiva seria" e il deputato del Pdl, Salvatore Cicu, incalza: "Non accettiamo più alcun ritardo, il Governo e la Protezione Civile si attivino".

Una prima risposta è arrivata con lo spostamento di due Canadair, uno da Ciampino e uno da Trapani, e con l'attivazione del sistema antincendi francese in Corsica per coprire il nord Sardegna.

Fonte: L'Unione Sarda →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i Canadair: "La Sardegna brucia ma si continuano a finanziare progetti inutili come gli F35"

Today è in caricamento