Sabato, 5 Dicembre 2020

Farsi le canne riduce il quoziente intellettivo

I risultati di uno studio neozelandese non sembrano lasciare dubbi: chi consuma cannabis perde progressivamente l'intelligenza

L'erba "cattiva" che fa male alla "testa" dei giovani: secondo una ricerca neozelandese, riportata dalla BBC, i ragazzi che fumano cannabis corrono il rischio di una riduzione significativa e irreversibile del loro quoziente intellettivo.

I ricercatori hanno seguito per  20 anni la vita di un gruppo di circa 1.000 persone di Dunedin, in nuova Zelanda, cominciando gli screening quando questi erano in età puerile, prima che potessero iniziare a fare uso di cannabis, e li hanno ricontattati a 38 anni.
Gli esperti hanno così potuto appurare che coloro che hanno fatto persistente uso di cannabis hanno accusato una riduzione evidente del loro quoziente intellettivo.

Uno dei membri del team di ricerca, il professor Terrie Moffitt, ha spiegato che lo studio potrebbe avere adesso un grande impatto nella consapevolezza dei rischi provocati dalle cosiddette droghe leggere sul sistema intellettivo e nervoso di chi ne fa uso.

Fonte: BBC News →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farsi le canne riduce il quoziente intellettivo

Today è in caricamento