Giovedì, 23 Settembre 2021

Lavorano almeno 12 ore al giorno per 4,5 euro: migranti in condizioni disumane

Blitz contro il caporalato a Latina: sgominata un’organizzazione dedita allo sfruttamento del lavoro e al caporalato ai danni di centinaia di stranieri, impiegati in lavori agricoli in condizioni disumane

Un fermo immagine tratto da un video della Polizia mostra un momento dell'operazione della Polizia di Stato di Latina nei confronti di un'organizzazione criminale dedita allo sfruttamento del lavoro ed al caporalato ai danni di centinaia di stranieri impiegati in lavori agricoli in "condizioni disumane", 17 gennaio 2019. ANSA/POLIZIA STATO

Gli stranieri, soprattutto braccianti romeni e centroafricani, venivano trasportati nei campi a bordo di pullmini sovraffollati, privi dei più elementari sistemi di sicurezza, ed erano costretti ad affrontare una giornata lavorativa di almeno 12 ore a fronte di una retribuzione "di 4,5 euro l'ora", come si legge nell'ordinanza, ovvero una paga inferiore alla metà rispetto a quella prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro del settore. Blitz contro il caporalato a Latina. L'operazione della Squadra Mobile di Latina e del Servizio Centrale Operativo della Polizia è scattata nei confronti di un’organizzazione criminale dedita allo sfruttamento del lavoro e al caporalato ai danni di centinaia di stranieri, impiegati in lavori agricoli in condizioni disumane.

Caporalato a Latina: sei arrestati, 50 indagati

La misura cautelare ha raggiunto, tra gli altri, un sindacalista e un ispettore del lavoro operanti nella provincia di Latina. I servizi di osservazione hanno permesso di accertare che i braccianti provenivano anche dai centri di accoglienza straordinaria ed erano in attesa del riconoscimento della protezione internazionale. Sei arrestati (tutti italiani), altri 50 indagati a piede libero e un sistema di sfruttamento del lavoro organizzato e fruttuoso che consentiva guadagni facili per tutti, ma a scapito di centinaia di lavoratori. I migranti stranieri, almeno 500 quelli accertati nel corso delle indagini, venivano reclutati in alcune zone della città di Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle prime ore della mattinata si raccoglievano nelle campagne di Priverno, Sezze e Latina o lungo via Epitaffio, a Latina Scalo, e restavano in attesa dei pullmini che li trasportavano nelle aziende agricole della provincia. Ammassati anche in 20 all'interno di camion e furgoni che ne potevano contenere non più di otto-dieci. Il sistema, secondo le accuse, era uguale per tutti: 12 ore di lavoro nei campi, paghe pari un terzo delle ore effettivamente lavorate, costretti a iscriversi al sindacato, minacciati di licenziamento.

Caporalato a Latina: il video della Polizia di Stato



 

Fonte: LatinaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorano almeno 12 ore al giorno per 4,5 euro: migranti in condizioni disumane

Today è in caricamento