Lunedì, 20 Settembre 2021

Carabiniere spara all'amica che lo tormenta e si uccide

La donna ferita con un colpo alla testa è in gravissime condizioni

Un carabiniere di trentuno anni, dopo una lite, ha sparato un colpo di pistola a un’amica ferendola gravemente alla testa e poi si è ucciso. All’origine della discussione, secondo le prime indiscrezioni riportate da BresciaToday, sarebbero state le continue discussioni tra i due: la donna avrebbe frainteso l’amicizia dell’uomo, che era sposato, facendolo oggetto di numerose telefonate e messaggi.

La donna, Barbara Zanini, 33 anni, si trova ora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Pietra Ligure ed è in pericolo di vita. La tragedia è avvenuta ad Arma di Taggia, vicino Sanremo, in un appartamento del centro cittadino dove viveva la donna, originaria del bresciano. A dare l’allarme intorno alle 2,30 nella notte tra sabato e domenica sono stati i vicini di casa che hanno sentito urlare e poi sparare alcuni colpi di arma da fuoco.

I militari, però, sono arrivati troppo tardi: nell’appartamento hanno trovato a pochi metri di distanza il corpo senza vita del collega, appuntato dei carabinieri in servizio presso la stazione di Vallecrosia, libero dal servizio, e la donna gravemente ferita.

Fonte: BresciaToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere spara all'amica che lo tormenta e si uccide

Today è in caricamento