Giovedì, 29 Luglio 2021

Carla Caiazzo parla con i giudici: "Lui che fine ha fatto, lo avete arrestato?"

La 38enne, bruciata viva dal compagno all'ottavo mese di gravidanza, è stata interrogata in ospedale. Le prime parole però sono per la figlioletta: "Ditemi come sta la mia piccolina"

Carla Caiazzo

Carla Caiazzo sta meglio e ha iniziato a raccontare agli inquirenti, che l'hanno interrogata nel reparto grandi ustionati del Cardarelli, la verità su quel terribile giorno nel quale il fidanzato, Paolo Pietropaolo, le ha dato fuoco con del liquido infammiabile all'ottavo mese di gravidanza. 

Il primo pensiero di Carla, come riporta Il Mattino, è stato per la piccola Giulia Pia: "Ditemi come sta". Poi, con molta fatica, ha risposto alle domande sull'ormai ex fidanzato. "Sì, era un personaggio violento - ha ammesso Carla - ma che fine ha fatto? L'avete arrestato?". 

Intanto resta in carcere Paolo Pietropaolo, che ora deve difendersi da molteplici accuse tra cui tentato omicidio premeditato, aggravato dalla crudeltà, stalking.

Si ipotizza che il tentato omicidio possa essere stato premeditato, viste le modalità apparentemente lucide con le quali ha agito l'uomo, anche se la difesa dell'uomo punta al raptus di follia.

Secondo Il Mattino, agli atti sarebbe finita anche di una collega di lavoro di Carla Caiazzo. 

"Ho intrecciato per un breve periodo una relazione fondata su messaggi e conversazioni sui social con Paolo Pietropaolo, ma ho subito capito che si trattava di avere a che fare con una persona pericolosa. Carla, sempre più terrorizzata da quello che poteva fare Paolo, mi riferiva che lui continuava a chiamarla e a minacciarla di morte. Proprio perché pensavo che lui non stava bene, consigliavo alla collega di stare attenta, di muoversi sempre in compagnia, di prestare attenzione". 
 

Fonte: Il Mattino →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carla Caiazzo parla con i giudici: "Lui che fine ha fatto, lo avete arrestato?"

Today è in caricamento