rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023

I cinesi tornano a mangiare carne bovina italiana: rimosso il bando

Dopo 16 anni la Cina ha rimosso il bando sulla carne bovina italiana. E' un business da quasi 1,5 miliardi di euro: per l'export tricolore è una notizia importante

I cinesi tornano a mangiare carne italiana: proprio così, dopo 16 anni la Cina ha rimosso il bando sulla carne bovina italiana. E' un business da quasi 1,5 miliardi di euro.

Il ministero dell'Agricoltura cinese e l'Amministrazione per il Controllo della Qualità, l'Ispezione e la Quarantena (AQSIQ) hanno ufficializzato la decisione al termine dei lavori del Comitato Governativo Italia-Cina presieduto dal ministro degli Esteri Alfano e dal suo omologo Wang Yi.

Verrà pefezionato un protocollo sui requisiti sanitari per l'esportazione verso la Cina di carne disossata di bovini con meno di 30 mesi.

Il ministero dell'Agricoltura cinese e AQSIQ hanno anche comunicato la rimozione del bando sul seme bovino italiano per il virus di Schmallenberg imposto nel 2012.

Qualche mese fa una delegazione di esperti cinesi aveva compiuto una visita ispettiva in Italia per verificare le garanzie sanitarie offerte dal sistema produttivo italiano, scrive ItaliaOggi.

Il mercato cinese è uno spazio sempre più importante per l'export tricolore. 

"La rimozione del bando sulla carne bovina da parte della Cina, annunciato oggi dal ministero dell'Agricoltura di Pechino, apre le porte a un canale commerciale particolarmente vantaggioso per il Made in Italy, con potenzialita' interessanti per le nostre produzioni, in particolare del Nord Italia, che rappresenta circa il 70% del totale nazionale. Solo il Veneto alleva il 28%, con 455.000 capi, secondo il Rapporto di Veneto Agricoltura" dice il presidente della Confederazione degli Agromeccanici e Agricoltori Italiani (Cai), Gianni Dalla Bernardina.

Fonte: ItaliaOggi →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cinesi tornano a mangiare carne bovina italiana: rimosso il bando

Today è in caricamento