Lunedì, 27 Settembre 2021

Checco Zalone: "Non prendo in giro Salvini e Di Maio, lo fanno già da soli"

I giri di parole non fanno al caso suo, e il suo essere così diretto lo ha fatto molto amare dal pubblico, trasversalmente. Sarà così anche dopo queste esternazioni?

Foto: Ansa

Tranchant come sempre. I giri di parole non fanno al caso suo, e il suo essere così diretto lo ha fatto molto amare dal pubblico, trasversalmente. "Non è più irriverente prendere per il culo Salvini o Di Maio. Già si prendono per il culo da soli": parola di Checco Zalone.

"Questa adesso è una società liquida! Far ridere prendendo un personaggio in auge ormai è quasi impossibile, più che altro perché i personaggi forti, i leader, si servono dei nostri stessi media e li sentiamo vicini": l'attore dà il suo "giudizio" sulla situazione politica italiana attuale in un'intervista a Rolling Stone per parlare di Moschettieri del Re, il nuovo film di Giovanni Veronesi la cui colonna sonora è firmata con il vero nome del comico barese, Luca Medici.

Poco si sa al momento invece del suo nuovo film, le cui riprese inizieranno del 2019:  non sarà un film "politico" ma toccherà anche il tema immigrazione, questo è l'unico elemento certo, per "tutta la cattiveria e il fascismo che c’è in giro..." dice. "Ho scritto già due canzoni per il film, Una si chiamerà 'Se t’immigra dentro il cuore'". 

Poi scherza sulle sue doti canore: "Ho mandato una canzone a Mina e... non ebbi risposta. Si chiamava “L’arteriosclerosi” era per lei e Celentano. Il tema è bellissimo: loro inneggiano all’anzianità e all’arteriosclerosi perché grazie a questo vedono nell’altro una persona sempre diversa e quindi l’amore si rinnova ogni giorno. Mina o non l’ha capita o non l’ha voluta".

Fonte: Rolling Stone →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Checco Zalone: "Non prendo in giro Salvini e Di Maio, lo fanno già da soli"

Today è in caricamento