Chiedeva l'elemosina davanti al market, il responsabile gli offre un tirocinio

La storia di Nour Eddine Boukal, 24enne tunisino, a cui è stato offerto un tirocinio nel supermercato NaturaSì di Reggio Emilia dove faceva l'elemosina: la sua gentilezza e la sua voglia di lavorare hanno colpito il responsabile

Da due anni stazionava davanti al supermercato, sempre con discrezione e il sorriso sulle labbra, aspettando un gesto di generosità dai clienti ma soprattutto un’occasione per poter lavorare. La sua presenza ha colpito il responsabile del punto vendita, che alla fine gli ha offerto un tirocinio, con l’intenzione più avanti di assumerlo.

È la storia di Nour Eddine Boukal, 24enne marocchino, che ora si sta impegnando tra gli scaffali del supermercato bio NaturaSì di via Montefiorino a Reggio Emilia. “Con il passare del tempo, abbiamo imparato a conoscere la sua bontà d’animo e il suo desiderio di un’occupazione e anche il direttore Ettore Rovesti si confrontava con me per capire cosa potessimo fare per Nour Eddine che, pur stazionando davanti al negozio, era costantemente in cerca di un lavoro tramite gli enti preposti”, ha raccontato a Il Resto del Carlino il responsabile del negozio, Daniele Gallinari.

Chiedeva l'elemosina, ora sta facendo un tirocinio: "Un ragazzo d'oro"

Dopo aver organizzato la cosa con la responsabile di Enaip – una fondazione locale che si occupa di formazione professionale e orientamento – che stava già seguendo il caso di Boukal per aiutarlo a trovare un impego, il tirocinio è stato finalmente attivato. Tutti soddisfatti: il giovane, il responsabile del negozio e i clienti, conquistati dalla simpatia e dalla disponibilità del ragazzo.

Nourd Eddine si sta impegnando molto, applicandosi anche per imparare bene l’italiano. Al termine del tirocinio, che scadrà in settembre, l’idea di Gallinari è tenerlo in pianta stabile, “perché è davvero un ragazzo d’oro”.  

Fonte: Il Resto del Carlino →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento