Giovedì, 16 Settembre 2021

Cina: per costruire nuova metropoli "spianate" 700 montagne

Per far posto a una metropoli del futuro, in Cina ci si appresta a "spianare" 700 montagne

Per far posto a una metropoli del futuro, in quello che viene considerato come uno dei più imponenti progetti urbanistici della storia cinese, il China Pacific Construction Group si prepara a spianare letteralmente 700 montagne per livellare un'area di 130mila ettari a un centinaio di chilometri da Lanzhou, capoluogo della regione di Gansu, nella Cina centrale.

La "Lanzhou New Area" dovrebbe, secondo i piani, consentire un incremento del pil della regione di 34 miliardi di euro a partire dal 2030, secondo il quotidiano cinese China Daily. Il progetto, approvato ad agosto, rappresenta la quinta "zona di sviluppo" della Cina, la prima nelle regioni interne centrali.

Il primo stadio del livellamento delle montagna è iniziato a fine ottobre, scrive il China Economic Keekly, e permetterà la nascita di un distretto urbano su un'area di 2.600 ettari a nordest di Lanzhou. Dietro all'iniziativa - riporta il Guardian - vi è il China Pacific Construction Group di Yan Jiehe, un imprenditore 52enne cinese, che ha creato la sua fortuna dal nulla e attualmente detiene il decimo patrimonio del paese.

Questo ultimo progetto suscita in ogni caso molto scetticismo: Lanzhou, che ospita 3.6 milioni di abitani lungo il Fiume Giallo, soffre di non pochi problemi ambientali già adesso: l'anno scorso l'Oms le ha attribuito il marchio di città più inquinata della Cina, a causa dell'enorme sviluppo dell'industria tessile, metallurgica a di produzione di fertilizzanti.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cina: per costruire nuova metropoli "spianate" 700 montagne

Today è in caricamento