Va a un colloquio di lavoro: viene violentata e uccisa a 19 anni

Kristina Prikhodko è stata attirata in una trappola da due uomini, che hanno abusato di lei e poi l'hanno strangolata. Il corpo è stato trovato avvolto nella pellicola vicino a un fiume

Kristina Prikhodko

Era uscita per andare ad un appuntamento di lavoro, ma da quel momento non è più tornata a casa. Una ragazza di 19 anni, Kristina Prikhodko è stata prima attirata con la scusa di un colloquio per poi essere violentata, strangolata e uccisa. Il suo corpo è stato trovato dalle autorità in un bosco nei pressi di Novosibirsk, in Siberia.

Come riporta Life.ru, lo scorso 21 dicembre la giovane aveva risposto ad un annuncio per un posto da governante 'di bell'aspetto', trovato su un sito di incontri tra uomini donne più giovani. Seguendo le istruzioni lette sull'annuncio si era recata in un luogo fuori città e da quel momento è sparita nel nulla. Era finita nella trappola di due uomini di 28 anni, che adescavano le ragazze in Rete per poi costringerle a fare sesso.

L'allarme è scattato quando la famiglia non ha visto tornare a casa Kristina, ma soltanto dopo due giorni è stato ritrovato il suo corpo, ormai senza vita. Era nuda e avvolta nella pellicola trasparente, dentro un borsone abbandonato vicino al fiume Ob. La polizia ha arrestato i due uomini con l'accusa di omicidio, mettendo in guardia dai molti annunci falsi che si rivelano delle vere e proprie trappole, temendo che quello di Kristina possa non essere un caso isolato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: Lifenews.ru →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento