Venerdì, 14 Maggio 2021

Allarme dall'Inghilterra: "Il colluttorio può provocare addirittura ictus o infarti"

Lo studio, che farà senz'altro discutere i professionisti del settore, è stato condotto dalla prof.ssa Amrita Ahluwalia della Queen Mary, University of London e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Free Radical Biology And Medicine

Scrive La Stampa che migliorare l’igiene orale potrebbe comportare rischi inattesi.

Il colluttorio può essere addirittura causa di un attacco di cuore o di un ictus. Lo rivela un nuovo studio secondo cui un collutorio antibatterico uccide sia i batteri “cattivi” che quelli “buoni”. Questi ultimi garantiscono il rilassamento dei vasi sanguigni e se vengono a mancare ci può essere un aumento della pressione sanguigna con conseguente potenziale attacco di cuore, ictus e altri eventi correlati all’ipertensione.

Lo studio, che farà senz'altro discutere i professionisti del settore, è stato condotto dalla prof.ssa Amrita Ahluwalia della Queen Mary, University of London e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Free Radical Biology And Medicine.

Scrive La Stampa:

Secondo la Ahluwalia, infatti, piccoli aumenti nella pressione sanguigna hanno un impatto significativo sulla morbilità e mortalità da malattie cardiache e ictus. Nonostante i risultati siano piuttosto evidenti, i ricercatori precisano che la ricerca non intende suggerire alle persone di smettere di usare collutori antibatterici, specie se soffrono di una qualche malattia gengivale, tuttavia è bene rivolgersi sempre al proprio medico curante per ottenere maggiori informazioni.

Il quotidiano torinese fornisce altri dettagli:

Durante lo studio i ricercatori hanno seguito 19 persone sane che dovevano utilizzare un noto collutorio antibatterico due volte al giorno. I soggetti sono stati oggetto, sia al basale che durante lo studio, a misurazioni della pressione sanguigna. Le misure hanno mostrato che la pressione sanguigna dei partecipanti variava tra le 2 e le 3,5 unità. Questo, secondo gli scienziati, significa che per ogni aumento di due punti della pressione sanguigna, il rischio di morire di malattie cardiache aumenta del 7%, e il rischio di morire di ictus del 10%.

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme dall'Inghilterra: "Il colluttorio può provocare addirittura ictus o infarti"

Today è in caricamento