Martedì, 15 Giugno 2021

Paura durante la colonscopia: strumento rimane incastrato nello scroto

LeccePrima racconta che il paziente si era recato presso il reparto di Gastroenterologia dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina, per essere sottoposto a un accertamento

Disavventura a lieto fine per un paziente che, durante la colonscopia, se l'è vista davvero brutta: l'apposito strumento è rimasto incastrato. Il colonscopio resta incastrato nello scroto e il paziente viene operato d'urgenza.

Il fatto risale a una decina di giorni fa a Galatina, vicino a Lecce. LeccePrima racconta che il paziente si era recato presso il reparto di Gastroenterologia dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina, per essere sottoposto a un accertamento per chiarire la presenza di un’emorragia all’intestino.  

A causa di alcune complicazioni legate alla conformazione del colon, lo strumento diagnostico è rimasto incastrato nel corpo del malcapitato senza che il medico potesse farci nulla.

Il sondino si era dunque conficcato nello scroto dell’uomo, portato immediatamente in sala operatoria per essere sedato. Sul paziente, infatti, si è dovuti intervenire chirurgicamente, per evitare il rischio di arrecare danni gravi agli organi. Il degente, a quel punto, è stato trasferito presso l’ospedale di Copertino, dove era possibile procedere con l’intervento d’urgenza e il personale medico.

Fonte: LeccePrima →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura durante la colonscopia: strumento rimane incastrato nello scroto

Today è in caricamento