Mercoledì, 29 Settembre 2021

Canone Rai, come evitare di pagarlo (rispettando la legge)

Con l’invio dell’autocertificazione prima dell’acquisto della televisione o dopo averla donata a un amico, il contribuente non dirà il falso e potrà evitare così di pagare, spiega il sito laleggepertutti.it

La legge ha una grossa falla

Il trucchetto, il segreto, la tattica: chiamatelo come volete. Con l’invio dell’autocertificazione prima dell’acquisto della televisione o dopo averla ceduta o donata a un amico, il contribuente non dirà il falso e potrà evitare il pagamento del canone, spiega il sito laleggepertutti.it.

Complicato? Nemmeno troppo. La situazione che si è venuta a creare ha aspetti paradossali. Il contribuente non può contestare l’accertamento per il mancato pagamento dell’imposta sulla tv perché l’unico modo per vincere la presunzione di detenzione della tv è spedire, una volta all’anno (entro il termine non ancora chiaro che stabilirà il Ministero), una autocertificazione con cui si comunica che nessun apparecchio atto alla ricezione delle radioaudizioni è presente in casa propria. 

Impossibile quindi impugnare l’avviso di accertamento per il mancato pagamento dell’imposta: ma la legge ha una falla, e in tanti "ci proveranno". Angelo Greco, avvocato ed esperto in materia tributaria, spiega che "con l'invio dell'autocertificazione prima dell'acquisto della televisione o dopo averla ceduta o donata a un amico, il contribuente non dirà il falso e potrà evitare il pagamento del canone". Proviamo a capire meglio la faccenda. La norma in questo momento lascia l'opportunità di comunicare al Fisco che non si detiene il televisore oggi e di acquistarlo domani. In questo modo, nel momento in cui viene effettuata la dichiarazione realmente non si è in possesso della tv, ma l'acquisto avviene in momento successivo. 

Allo stesso modo, il contribuente che già detiene la tv potrebbe, il giorno prima di inviare l’autodichiarazione, donarla o darla in comodato a un amico o un parente di un altro nucleo familiare, e poi, dopo aver spedito la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate, farsela restituire. 

Già: proprio così: per i beni mobili, la proprietà si trasferisce senza bisogno di formalità di sorta, atti notarili. Tutto può avvenire oralmente.

Fonte: La legge per tutti →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canone Rai, come evitare di pagarlo (rispettando la legge)

Today è in caricamento