Domenica, 13 Giugno 2021

Compra in India il farmaco contro l'epatite C: "Costa 700 euro, in Italia 74mila"

Il viaggio di un 43 enne trentino malato di epatite C escluso dalle nuove cure. Il suo è il primo caso di "turismo sanitario"

Si chiama Marco, ha 40 anni, è trentino e ha l'epatite C. Per curare la sua malattia c'è bisogno di un farmaco, il sovaldi, che da noi costa davvero troppo: 74mila euro. Ma la molecola da cui è costituito, il sofosbuvir assicura la guarigione nel 90% dei casi. Tutto grazie alla Gilead, la casa farmaceutica americana che ha sviluppato la cura. 

Il problema riguarda quindi solo il prezzo e il nostro sistema sanitario nazionale non può permetterselo. Lo scorso anno il farmaco è stato ammesso in alcune strutture pubbliche al prezzo "agevolato" di 37mila euroe e solo per i casi più gravi. Ma non è il caso di Marco, che è all'inizio della malattia. Ecco perché quest'anno ha deciso di concedersi una vacanza in India, dove lo stesso medicinale costa 700 euro. E adesso sta guarendo. 

Quello del 40enne trentino sarebbe il primo caso italiano di "turismo sanitario", un fenomeno denunciato anche dal tribunale nazionale del malato e dall'associazione Cittadinanzattiva: "Mentre le istituzioni decidono se e come curare più persone, i malati italiani di epatite C vanno in India, oppure a Hong Kong a procurarsi i farmaci a prezzi abbordabili". 

Fonte: Il Trentino →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra in India il farmaco contro l'epatite C: "Costa 700 euro, in Italia 74mila"

Today è in caricamento