Sabato, 25 Settembre 2021

Morte Ciro Esposito, gli ultras della Roma hanno scelto: "Non rinnegheremo mai un fratello"

La posizione della Curva sud in un comunicato: "Resteremo sempre al fianco di un figlio della curva". Poi, il cordoglio per Ciro: "Ci stringiamo al dolore della famiglia"

Uno striscione per De Santis apparso in curva Sud

Da ultras, scrivono, non abbandoneranno uno di loro. Da ultras, scrivono ancora, rispettano la morte al di là delle bandiere e dei colori. Una posizione destinata a far discutere. Dopo gli striscioni pro De Santis apparsi in curva sud durante Roma - Juventus, dopo i silenzi seguiti al decesso di Ciro Esposito e l'assenza ai funerali del tifoso partenopeo, arriva un comunicato ufficiale dei gruppi della Curva Sud dell'Olimpico che spiega il pensiero del cuore del tifo giallorosso dopo i fatti che hanno portato alla morte del giovane tifoso azzurro. 

Scrive RomaToday:

La nota è apparsa in mattinata sul sito  https://www.asromaultras.org/updates.html Il sito è quello dell'avvocato Contucci, storico difensore delle battaglie del tifo giallorosso. Anche per questo immediatamente i siti della Roma l'hanno tutti o quasi rilanciato in pompa magna. Le firme in calce allo stesso sono state confermate dallo stesso avvocato a RomaToday che ha aggiunto di aver ricevuto la nota nella serata di ieri. Contucci è ritenuto una voce affidabile dagli ultras e per questo è stato scelto come megafono. Tutti i gruppi quindi hanno firmato la comunicazione.

Da un lato vi è espresso il cordoglio, dall'altro però la vicinanza a Daniele De Santis, l'ex ultras e militante neofascista che avrebbe aperto il fuoco contro Ciro Esposito. 

"La Curva Sud rimane e rimarrà sempre al fianco di un suo figlio. Non rinnegheremo mai un nostro fratello, giusto o sbagliato che sia, questo ci ha insegnato la vita, questo ci ha insegnato la strada. Il cordoglio per la morte del tifoso del Napoli è nelle righe successive: “Rimaniamo comunque colpiti e addolorati dal tragico epilogo di questa brutta vicenda – concludono gli ultras – e ci stringiamo al dolore della famiglia di Ciro Esposito. La morte non ha colori né bandiere".

Il comunicato di fatto sancisce una presa di posizione esattamente contraria rispetto a quella dei tifosi del Napoli e non va verso la pacificazione auspicata dai parenti di Esposito. All'indomani del funerale la Curva A espresse, infatti, il proprio pensiero in una nota con cui di fatto attaccava il tifo romanista: "E’ doveroso ringraziare tutte le delegazioni Ultras presenti a Scampia, avete fatto si che Ciro sia stato onorato al meglio… E' doveroso ringraziare la mamma di Ciro per il suo esemplare comportamento, ci ha saputo trasmettere solo il suo amore per il figlio e non violenza e odio, però è anche doveroso sottolineare come nessun romanista e nessuna delegazione romanista abbia preso le distanze da De Santis né si sono presentati ai funerali di CiroCrediamo che con questo gesto si sia estinto il movimento Ultras romanista, premesso che sia mai esistito!!! Ciro vive, i morti siete voi!".

Fonte: RomaToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Ciro Esposito, gli ultras della Roma hanno scelto: "Non rinnegheremo mai un fratello"

Today è in caricamento