Spray al peperoncino tra il pubblico, panico al concerto di Gue Pequeno: folla in fuga

Il fatto è accaduto intorno alle 22.30, cinque persone lievemente ferite

Un momento del concerto

Attimi di terrore venerdì sera al Carroponte di Sesto San Giovanni. Durante il concerto di Gue Pequeno e Marracash qualcuno - al momento ignoto - ha spruzzato spray al peperoncino tra la folla scatenando l'immediata reazione del pubblico. Sotto al palco, infatti, alcuni ragazzi e ragazze hanno iniziato a scappare. Il fatto è avvenuto intorno alle 22.30, secondo quanto riferito da alcuni testimoni a MilanoToday.

Carroponte, panico al concerto di Gue Pequeno e Marracash: persone in fuga

Risultato? Cinque persone irritate medicate sul posto, oltre a una persona con la caviglia slogata. Nulla di paragonabile ai fatti di Torino durante la finale di Champions League. Ma diverse persone sono rimasste choccate dall'accaduto, come Nicola che in un primo messaggio alla nostra testata aveva parlato di spari: "Nel mezzo del concerto abbiamo sentito degli spari, o qualcosa che sembrava, e abbiamo iniziato a correre terrorizzarti - questa la sua testimonianza -. La gente urlava. Dopo un po' la situazione si è tranquillizzata, ma molta gente non è più rientrata".

"Noi siamo corsi via subito - ha aggiunto un'altra ragazza presente al concerto -. È stata una cosa durata cinque minuti anche perché poi qualcuno dal palco ha preso il microfono e ha tranquillizzato tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La calca è nata sotto il palco. Dal commissariato di Sesto San Giovanni hanno precisato che il fuggi-fuggi è stato causato dalla dispersione di una trentina di persone che avevano inalato lo spray, ma la situazione si è risolta anche grazie alle ampie "vie di fuga" della struttura. Il piano di sicurezza ha tutto sommato funzionato bene e gli uomini dell'organizzazione e delle forze dell'ordine sono subito intervenuti rassicurando i presenti ed evitando che il panico si diffondesse, proprio come era accaduto a Torino, dove una ragazza era morta e altre centinaia di persone erano rimaste ferite per il caos scatenato da un finto allarme bomba in piazza durante la finale di Champions della Juventus. 

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento